La 18 Eccellenza conquista il primato e strappa applausi! (video)

Per un attimo è sembrato quasi un déjà-vu, una partita già giocata. Perché rimonta fu l’anno scorso e rimonta è stata quest’anno.

Vincenzo Longobardi

Vincenzo Longobardi

Di quelle che difficilmente puoi dimenticare. Servirà anche la fortuna o qualche fischio dubbio, ma quello che fa la differenza è la fame, la voglia di voler vincere. Tutto quello che anno dopo anno, settimana dopo settimana, giorno dopo giorno lo staff biancoarancio sta inculcando alla squadra. Un modus operandi chiaro, preciso. Di quelli che ti permettono poi di fare i fatti sul parquet, o per meglio dire di conquistare le vittorie. E che vittorie. Come quella che ottenuta giovedì sera dall’under 18 Eccellenza nello scontro al vertice con il Vivi Basket Napoli. La posta in palio pesava, e non poco: sia numericamente parlando che emotivamente. Ed infatti, nonostante la partita sia stata avvincente, gli errori si sono susseguiti. Guaccio con la sua tripla centrale dà il là all’inziale 9-3 battipagliese che viene comunque in poco tempo ribaltato dagli ospiti. Vantaggio che, di fatto, i partenopei conservano anche al momento della seconda pausa (molto bene in attacco Scalera). Perché a nulla servono i canestri di Santoro e Guaccio, cinque punti il primo e due il secondo, che ridanno solo per un attimo il +2 alla PB63 a metà secondo periodo.

Matteo Pagano

Matteo Pagano

Quel vantaggio che resterà vivo anche al minuto trenta. Inizialmente la Treofan recupera il -7 con il canestro di Carfora in tap-in che significa 39 pari, poi però il Vivi Basket è più lucido e conquista diversi liberi preziosissimi andando poi addirittura sul 43-52 a 7:40 dalla fine. Intanto Guaccio esce per cinque falli e le cose non migliorano in casa PB63. Ed invece, in un attimo riecco nella mente di tutti il déjà-vu. La rimonta è sembrata quasi la stessa, a cambiare però sono stati i protagonisti. Longobardi e Pagano iniziano a “sparare” da tre e lo Zauli diventa una vera bolgia. Due per il primo ed una di tabella per il secondo: 63 pari a ventisei secondi dalla fine, momento nel quale accade davvero di tutto. Prima il ViviBasket perde clamorosamente palla sulla rimessa complice un’infrazione di piede, dopo la Treofan fa troppa confusione in attacco e non sfrutta il possesso decisivo. Tutto rimandato così all’overtime, cinque minuti nei quali i ragazzi di Porfidia hanno giocato da veterani. Parziale di 11 a 3, innescato dall’ennesima tripla di Longobardi, che significa vittoria, primato solitario e festa meritata. Ma doverosi sono i complimenti anche al gruppo di Lamberti per la prestazione offerta. Questo è il basket che ci piace.

TREOFAN BATTIPAGLIA-VIVIBASKET NAPOLI. 74-66 dts (12-17, 28-29, 40-45, 63-63)

Treofan: Santoro 14, Pagano 22, Guaccio 7, Longobardi 14, Giorgi 9, Cucco 2, Visconti 1, Carfora 3, Pizzuti ne, Martinese ne, Amato 2. Coach: Porfidia

Seguono gli ultimi quattro minuti dei tempi regolamentari…

Comments are closed.