Francesco Ambrosano risponde ai tifosi

Prende il via oggi la nuova rubrica “Rivolgi la tua domanda al tuo beniamino”. Nel corso della stagione potrete infatti inviare le vostre domande ai protagonisti della Treofan Battipaglia di A1 femminile e C Silver maschile. Si inizia con Francesco Ambrosano, ecco cosa ha risposto il capitano dei biancoarancio.

Luigi: Perchè ti chiamano muflone?

Mi chiamano muflone perchè due miei amici, mentre giocavano a “Chi vuol essere milionario”, dovettero rispondere alla domanda “quali tra questi è un’animale?”. Tra le risposte c’era il muflone e così da quel giorno è diventato il mio soprannome”.

Federico: Come mai indossi il numero 18?

Perchè quando feci la mia prima partita decisi di prendere il numero del giorno di nascita di mia madre”.

Francesco Ambrosano

Francesco Ambrosano

Marco: Cosa significa per te giocare a Battipaglia?

E’ particolare, ti responsabilizza e ti rende orgoglioso di difendere il nome della tua città”.

Rosario: Perché quando sei sotto canestro ti fai prendere spesso dalla frenesia di voler segnare?

Questa è una bella domanda. Se lo chiedono tutti, a volte sono finte per disorientare l’avversario (ovviamente scherzo). E’ la voglia di voler segnare che mi porta a sbagliare anche le cose più semplici, errori da non commettere che cercherò di non fare più”.

Antonio: Il momento più bello da quando giochi?

Giocare a basket è già un momento bello. Poi è chiaro che ci sono quei momenti che non dimenticherai mai, come il campionato vinto a Nocera. Era gara 3 della finale playoff, giocammo fuori casa con l’intero palazzetto che tifava contro. A questo aggiungo anche il campionato vinto due anni fa con la PB63, ottenere un risultato del genere a casa propria e da capitano è un’emozione unica”.

Luca: Come mai tifi per la Scandone Avellino?

Perchè per metà sono di origine irpina. Ma anche perché la prima partita di serie A che ho visto dal vivo è stata Avellino-Milano del 2005, fui attratto subito dalla tifoseria e dalla squadra”.

Comments are closed.