Coach Menduto e le prime parole da biancoarancio “Bello tornare a casa”

La Treofan Battipaglia è lieta di annunciare il suo nuovo allenatore per la stagione 2016-2017: si tratta di Orlando Menduto. A lui il compito di guidare la prima squadra maschile impegnata per il secondo anno consecutivo nella C Silver e l’under 20 pronta invece al debutto nella DNG.

Battipagliese doc, per Menduto si tratta di un ritorno in biancoarancio. Ma questa volta in vesti ben diverse. Nato come giocatore proprio con indosso la canotta della PB63, il neo coach vanta anche la vittoria del campionato di serie C1 nella stagione 2010: “A distanza ormai di qualche anno è bellissimo poter tornare a casa, ho sensazioni bellissime. Direi che è tutto così eccitanteammette l’allenatore della Treofan -. Non vedo l’ora di iniziare, sapendo di avere determinate responsabilità e che le emozioni di certo non mancheranno. In più, in queste ore, ho ricevuto già svariati attestati di stima che non fanno altro che gratificarmi”.

Orlando Menduto, fonte Venosa

Orlando Menduto, fonte Venosa

Considerato dagli addetti ai lavori uno dei tecnici maggiormente preparati, Menduto vanta nel suo curriculum due anni alla guida del Delta Salerno, due a Benevento, ma suddivisi tra la Pallacanestro e la Magic, ed uno ad Agropoli allenando il Cilento Basket. Questa la sua ultima esperienza, condita tra l’altro dalla promozione in serie B: “Ma ora bisogna pensare al futuro. Ci aspetta una stagione di buon livello, perché in Campania anche le compagini che non partono per vincere possono fare affidamento su pedine di un certo valore. Credo – spiega il coach -, che dovremo probabilmente aspettarci, almeno sulla carta, un campionato diviso in due tronconi. Il tutto in attesa di capire quale sarà concretamente il livello degli americani che parteciperanno al torneo”. E la Treofan?:La società, sia con la prima squadra che con il gruppo giovanile, vuole rimanere ad alti livelli, per cui non mancherà il lavoro. L’idea è quella di far crescere e tanto il patrimonio del club, prima come uomini e poi come giocatori. Dovremo, comunque, essere bravi a diventare subito squadra”.

La società intanto, augurandogli in bocca al lupo per il suo futuro professionale e personale, vuole ringraziare Raffaele Porfidia per il grande lavoro svolto e per gli importanti risultati raggiunti nel corso del suo operato sulla panchina biancoarancio.

Comments are closed.