Conosciamo meglio il Fila San Martino di Lupari

 

Domani, in occasione della quarta giornata del campionato di A1 femminile “Sorbino Cup”, arriverà al PalaZauli il Fila San Martino di Lupari.

E quando si parla di San Martino di Lupari si parla di una delle società migliori del panorama cestistico italiano che, in questi anni, si è distinta non solo sul campo, ma anche fuori dal campo, brillante esempio di competitività, organizzazione, competenza e lealtà.

Ed anche questo scorcio di stagione è stato all’insegna della continuità ad alti livelli: nelle prime tre giornate di campionato, infatti, il Fila ha ottenuto due vittorie, per nulla scontate, contro Lucca (squadra di buonissimo livello) ed Empoli (che sta dimostrando di essere un avversario tutt’altro che morbido da affrontare). L’unica sconfitta è arrivata all’Opening Day contro Napoli, ma dopo un overtime e al termine di una partita che San Martino di Lupari ha lungamente condotto e che, inoltre, ha disputata senza il fortissimo pivot lettone Melnika.

Leggendo i nomi che compongono il roster per la stagione 2018/2019 si capiscono le ragioni di questi brillanti risultati. Le tre straniere (Marshall, Melnika e Webb) sono di altissimo livello, sia dal punto di vista realizzativo che fisico. E le italiane non sono da meno: Caterina Dotto non ha bisogno di presentazioni … lei e la gemella Francesca rappresentano due dei più luminosi gioielli del basket femminile italiano; Monica Tonello è il capitano dalle triple pesanti; Martina Sandri è una garanzia di qualità e professionalità; Federica Tognalini ha estro e personalità; Jasmine Keys è uno dei più importanti giovani prospetti del basket italiano e sta vivendo una fase di crescita esponenziale; Elena Fietta è una giovane molto interessante, capofila di un settore giovanile di primissimo livello, tra i migliori d’Italia. Insomma, San Martino di Lupari è una squadra fortissima e ottimamente guidata in panchina da coach Abignente.

Per tutto quanto detto finora, si capisce che la Treofan Givova Battipaglia, per vincere il match di domani, avrà bisogno di una prestazione eccellente e coraggiosa. Ma le ragazze di coach Matassini, in questo inizio di campionato, hanno dimostrato di avere coraggio (e un gran cuore) e, con l’aiuto del pubblico (che, si spera, accorrerà numeroso), potrà tentare di ottenere una vittoria che, visto il valore dell’avversaria, avrebbe il dolce sapore dell’impresa.

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese      

Comments are closed.