Conosciamo meglio la Dike Basket Napoli

 

Tra due giorni, la Treofan Givova Battipaglia tornerà in campo: in occasione della terza giornata del campionato di serie A1 di basket femminile “Sorbino Cup”, le ragazze di coach Matassini saranno di scena al PalaVesuvio per sfidare la Dike Basket Napoli. Una partita molto affascinante sia perché Napoli è una delle squadre meglio attrezzate del campionato, sia perché si tratta di un derby, il che dà sempre quel tocco di magia in più …

Che dire di Napoli? Nel presentarvela, obbligatorio partire dalle tre straniere: Gabby Williams, Courtney Williams e Isabelle Harrison. Tre nomi che mettono i brividi, tre giocatrici di straordinario valore. Gabby Williams, ala 22enne reduce dal campionato WNBA disputato con le Chicago Sky, è dotata di notevoli qualità fisiche e tecniche (basti notare che sta viaggiando a una “doppia doppia” di media finora, 13,5 punti e 13 rimbalzi a partita per la precisione). Courtney Williams, guardia, ha anch’essa disputato, fino a poche settimane fa, il campionato WNBA (con le Connecticut Sun) e, cosa rimarchevole, due anni fa fu 8ª scelta assoluta nel draft WNBA da parte della Phoenix Mercury. E poi c’è Isabelle Harrison, centro tecnico e potente, proveniente dal campionato coreano, ma anche lei, come le altre due, con esperienze (e da protagonista) in WNBA. E il suo grande valore lo ha già mostrato in questi primi assaggi di campionato (vedi la prestazione eccellente di Empoli, dove ha totalizzato 24 punti, 22 rimbalzi e un pesante 41 di valutazione).

Oltre a loro tre, il roster partenopeo ha tanti altri nomi importantissimi: Chiara Pastore (capitano e punto di riferimento di Napoli, alla sesta stagione consecutiva in maglia Dike), Kathrin Ress (pluridecorato centro di indiscutibile valore), Debora Gonzalez (play rapido e dinamico), Nene Diene ed Elisa Mancinelli (alternative di sicuro affidamento).

Citazione a parte la merita Marzia Tagliamento: l’ala brindisina, infatti, a Battipaglia ha scritte pagine importanti della sua e della nostra storia. Per lei e per noi questi “incroci” hanno sempre un sapore speciale, quello della gioia di ritrovarsi sullo stesso parquet, sebbene indossando canotte differenti. Dal punto di vista cestistico, Marzia è dotata di notevoli qualità tecniche e fisiche che fanno di lei una giocatrice preziosa da avere e difficile da affrontare. 

E poi c’è lei: Laura Macchi. Storia e pagina gloriosa della pallacanestro italiana tutta … non soltanto di quella al femminile. Giocatrice dalla classe immensa e dal palmares sconfinato. Confrontarsi con lei è sempre un grande onore.

Insomma, Napoli è una squadra molto forte ed è innegabile che domenica partirà con i favori del pronostico. Ma Battipaglia è una squadra che ha cuore e coraggio (e lo ha già dimostrato in questo inizio di stagione) … pertanto, pur consapevole della forza e delle qualità della Dike, domenica non si presenterà a Napoli remissiva o intimorita, ma, con umiltà e determinazione al contempo, proverà a dire la sua e a mostrare ulteriori progressi rispetto alle già splendide cose mostrate finora.

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

Comments are closed.