Da Vigarano a La Spezia, le trasferte indimenticabili dell’A1

Lontano dal tuo parquet, delle volte, può essere ancora più bello. Più importante. Quelle vittorie che possono cambiarti una stagione, in modo estremo.

Kourtney Treffers

Kourtney Treffers

E’ capitato, ovviamente, anche alla Treofan Battipaglia, emozioni dopo emozioni vissute sulla propria pelle nel corso di questi tre anni vissuti intensamente in serie A1. Di solito si dice che la “prima” è sempre la più bella, del resto come dimenticare la vittoria di Vigarano del 12 ottobre del 2014. Il debutto assoluto all’Opening Day della settimana precedente aveva lasciato degli evidenti graffi sul volto delle biancoarancio, ma non aveva di certo messo al tappeto la squadra di coach Riga. Tutt’altro. I 27 punti di Williams, già proprio lei, ed i 20 di Tunstull furono l’arma in più in un pomeriggio spettacolare, chiuso con il punteggio di 86-98 e con in tasca il primo successo storico nel massimo campionato. Appena un mese più tardi, il 9 novembre, ecco anche l’importantissima vittoria di Parma. In questa circostanza furono “soltanto” 20 i punti di Williams, 14 invece per Ngo Ndjock.

williamsAl secondo anno, poi, riecco nuovamente Vigarano (15-11-15). Che partita, infinita. Meglio di un film con il finale a sorpresa. Vittoria fondamentale conquistata dopo due supplementari (79-82), strepitose le prestazioni di Gray (28 pt) e Treffers (22 pt). Meno suspense ma stesso valore ha rappresentato nel girone di ritorno il successo di Cagliari, 89-99 il 6 marzo del 2016 e due punti fondamentali in chiave playoff. 37 per Gray e 27 per Tagliamento.

Uno score impressionante, proprio come quello di Brooque Williams nella vittoria di domenica sera a La Spezia. L’ultima in ordine di tempo. Che come spesso accade ruba sempre la scena alla prima.

Comments are closed.