Dodici domande per…Giammarco Pompele

Giammarco Pompele, questa volta è la guardia della Techmania Battipaglia di serie D ad essere il protagonista della rubrica “Dodici domande per…”

Quando è nata la passione per il basket?: “Un po’ per caso a cinque anni. Decisi di provare questo sport e non l’ho più abbandonato”.

Tre parole per descriverti?: “Grintoso, amante del sonno, altruista”.

Il tuo piatto preferito?: “La parmigiana di mamma”.

Ed il film preferito?: “Coach Carter”.pompele

Dove sogni di andare in viaggio?: “Sogno di rilassarmi su una bella spiaggia dei Caraibi”.

L’avversario più difficile affrontato?: “Ho affrontato molta gente più forte di me, quindi credo che la paura si stata l’avversario più difficile”.

Un modello di giocatore?: “Ammiro molto lo stile di gioco di Hackett”.

Il miglior amico nel mondo della pallacanestro?: “Domanda difficile…Vincenzo Longobardi”.

In cosa devi migliorare maggiormente sotto l’aspetto tecnico?: “Sicuramente il palleggio

Hai un rito scaramantico prima di ogni partita?: “Faccio il segno della croce”.

Il ricordo più bello da cestista?: “Le Finali Interzonali con l’under 17”.

Ed un sogno per il futuro?: “Continuare a vivere di basket e vedere la Salernitana in serie A”.

Comments are closed.