Dodici domande per…Marida Orazzo

E’ la volta del capitano della PB63Lady. Questa settimana tocca, infatti, a Marida Orazzo raccontarsi…

Quando è nata la passione per il basket?: “Sin da piccola, perché entrambi i miei genitori giocavano. Nonostante mi avessero fatto provare altri sport, nuoto e ginnastica artistica, ho deciso di seguire le loro orme”.

Tre parole per descriverti?: “Sbadata, socievole, testarda”.

Il tuo piatto preferito?: “La pasta in generale”.

Ed il film preferito?: “Laguna blù”.

Marida Orazzo

Marida Orazzo

Dove sogni di andare in viaggio?: “In nessun luogo in particolare, mi piacerebbe comunque viaggiare tanto”.

L’avversaria più difficile affrontata?: Ho incontrato tantissime giocatrici molto forti, dovendo scegliere dico la maggior parte delle cestiste della Nazionale Spagnola”.

Un modello di giocatrice?: “Il duo Di Battista-Granieri, per serietà, intensità, determinazione e voglia di vincere”.

La migliore amica nel mondo della pallacanestro?: “Federica Scala”.

In cosa devi migliorare maggiormente sotto l’aspetto tecnico?: “Sicuramente la difesa, ma anche sotto molti aspetti offensivi”.

Hai un rito scaramantico prima di ogni partita?: “Mangio prima di ogni gara “la caramella della nonna””.

Il ricordo più bello da cestista?: “La promozione in A1 con Battipaglia, gli Scudetti giovanili ed ovviamente le due medaglie con la Nazionale Under 20”.

Ed un sogno per il futuro?: “Sogno di finire gli studi, di continuare a giocare e magari fare qualche esperienza con la Nazionale Senior”.

Comments are closed.