Elena Ramò vista dal preparatore fisico

La leggiadra Elena Ramò è un’altra giocatrice della PB63Lady con un doppio nome, sapevate infatti che si chiama anche Giovanna?

Elena Giovanna Ramò, quindi, è una 21enne, al momento, perché nel 2016 diventerà 22enne, nativa di Genova, che è arrivata in casa Lady proveniente dalla squadra di Cervia, dove giocava con Valentina Bonasia, nonché, pensate un po’, con Cécile, la cantante che ha esordito poche settimane fa al Festival di Sanremo nelle nuove proposte. Personalmente ho condiviso con lei tenti bei momenti, dalle medaglie vinte con la Nazionale Under 20 ai Campionati Europei, argento nel 2013 e bronzo nel 2014, e naturalmente la esaltante cavalcata dalla A2 alla A1 con la PB63. Ed è stata sempre un punto di riferimento nelle squadre in questione.

Elena Ramò

Elena Ramò

Dal punto di vista antropometrico Elena è una giocatrice ben muscolata, è alta 1.82, ed ha notevolmente diminuito la sua percentuale di massa grassa negli ultimi anni. Lei mi ricorda sempre che quando l’ho misurata per la prima volta, nel 2013 in Nazionale Under 20, le detti della “cicciona”, ma in realtà era appena sovrappeso. Con grande forza di volontà ha ridotto la sua percentuale, che non vi rivelo per tutela della privacy, vi dico però che l’ha ridotta del 5% in 2 anni. Complimenti Elena!!!

Dal punto di vista della forza, Elena è una giocatrice dotata di una capacità esplosiva, elastica e reattiva veramente notevole. E’ una giocatrice estremamente “forte” dal punto di vista muscolare, pensate che può tranquillamente fare un squat (esercizio principe dell’allenamento della forza) anche con un sovraccarico vicino ai 100kg. In più ha ulteriormente migliorato il suo rendimento negli ultimi mesi, lavorando individualmente sulla rapidità dei piedi. Questo era un suo “tallone d’Achille”, ma a dimostrazione della sua grande forza di volontà, ha cominciato a lavorare individualmente con una funicella ed una scaletta, la cosiddetta “speed ladder”. Risultato eccellente, perché ha aggiunto ad una grande qualità di forza anche una migliorata brillantezza di piedi.

Elena Ramò

Elena Ramò

Dal punto di vista metabolico arrivano le dolenti note per la nostra Elena. In realtà è una delle migliori della PB63 nei test specifici per misurare la qualità aerobica, ma in questo tipo di lavoro fatica davvero tanto, soprattutto se svolto di mattina. Quindi le dolenti note sono per lei, perché per noi coaching staff il suo rendimento aerobico è molto positivo. Caratterialmente Elena è la cosiddetta “ragazza acqua e sapone”, molto riservata, ma non per questo poco risoluta. Appare un po’ silenziosa e addirittura timida, ma chi la conosce bene afferma che non è affatto così, anzi …..

Unico problema per noi allenatori è confrontarsi con lei negli allenamenti mattutini. Al mattino credo che potrebbe anche non riconoscere i suoi cari, diciamo che è un po’…diesel…. nel mettersi in moto, ma superata la prima ora di allenamento diventa assolutamente “in palla”.

Alla prossima, sarà la volta di Asia Boyd.

di Mimmo Santarcangelo

Comments are closed.