Giulio Pierri e Lello Ciotola, i “giovani vecchi” dirigenti della Polisportiva Battipagliese si raccontano!

Uno è il team manager della PB63, l’altro ricopre il ruolo di dirigente accompagnatore, il primo ha assistito quasi sempre alle partite dalla panchina, il secondo è sempre stato in panchina, entrambi hanno appena iniziato la loro settima stagione al fianco della Treofan Battipaglia! Il team manager di cui sopra è Giulio Pierri, e il suo non meno illustre collega è Lello Ciotola!

Le prime considerazioni sulla nuova annata agonistica arrivano proprio dal buon Lello: “Anche quest’anno la nostra squadra è stata composta principalmente da ragazze giovani, ma non manca di certo l’entusiasmo, come si è potuto notare nella serata inaugurale. Tanta differenza dovranno farla le straniere, che portano anche un tasso d’esperienza che non guasta mai! La speranza è quella di togliersi qualche bella soddisfazione, possibilmente partendo sin da subito Inoltre mi auguro di vedere il Palazauli carico come lo è stato negli ultimi play out quando, ancora una volta, è stato il sesto uomo in campo”.

Anche Giulio Pierri si augura di assistere a una stagione migliore delle precedenti. “Fare peggio dello scorso anno è quasi impossibile – conviene il giovane dirigente battipagliese -, ma oggi ci sono tutti i presupposti per fare bene. La nostra squadra mi sembra sufficientemente attrezzata per disputare un campionato più che dignitoso, poiché ha azzerato il divario con, ad esempio, Vigarano e Torino, e la stessa neopromossa Empoli è avversaria più che alla portata. Per certi versi, si tratta di un anno zero un po’ per tutti, quello che mi aspetto, però, è che le giovani del vivaio sappiano dimostrare quanto realmente valgono. E’ ora di uscire dal limbo. Una giocatrice sulla quale punto è certamente Lalla Cremona”. Anche Pierri, come Lello Ciotola è reduce dalla serata conviviale organizzata dal presidente Rossini: “Ho apprezzato il clima che si è subito venuto a creare, inoltre ho avuto modo di scambiare due chiacchiere col nuovo allenatore, Alberto Matassini che, nonostante la giovane età, mi ha dato l’impressione di essere un allenatore che sa e vuole prendersi le sue responsabilità”. In qualità di dirigente di ‘vecchia data’, Pierri chiude questa chiacchierata con un auspicio: “Quando entro al Palazauli e vedo le foto della squadra che fu promossa in A1 che campeggiano sulle pareti del nostro palazzetto, mi vengono alla mente tutte quelle giocatrici che ci hanno regalato la gioia più bella. Oggi sono tutte nostre avversarie, punti di forza di altre squadre – fa notare Giulio -. A loro auguro le fortune più grandi, ma non a discapito della Treofan – aggiunge -. Non nego che mi piacerebbe rivederle tutte, un giorno, a Battipaglia, anche per rinsaldare il fortissimo legame che seppero creare con la città. Nel frattempo – conclude il team manager della Treofan – spero che il nuovo roster riesca a emulare le passate gesta agonistiche e ponga basi solide per aprire un nuovo importante ciclo per questa società”.

Comments are closed.