Intervista doppia: D’Ambrosio-Visconti

Il giovedì è il giorno dell’intervista doppia, questa settimana è la volta di Vincenzo D’Ambrosio e Ludovico Visconti.

Cosa ti piace di più di Battipaglia?

D’Ambrosio: “Per me ha un fascino particolare, su tutto mi piacciono il cibo e la disponibilità delle persone”.

Visconti: “Battipaglia è la mia città, mi piace tutto. Vive di sport e pian piano lo Zauli sta tornando a sostenerci, e questa è la soddisfazione più grande”.

Ludovico Visconti

Ludovico Visconti

Mozzarella o pizza?

D’Ambrosio: “Pizza”.

Visconti: “Pizza”.

Mare o montagna?

D’Ambrosio: “Montagna”.

Visconti: “Mare”.

Come trascorri il tempo quando non sei in campo?

D’Ambrosio: “Studio, sto con gli amici e mi piace molto vedere film e serie tv americane”.

Visconti: “Nei rari casi in cui non sono in campo passo ore e ore a dormire, prima di studiare è necessario”.

Ed ora parliamo di basket. Quali emozioni regala giocare al Pala Zauli?

D’Ambrosio: “Oltre che essere un bel palazzetto è come casa. E anche il pubblico è molto caloroso, capace di far venire i brividi e regalare grandi emozioni”.

Visconti: “Giocare al Palazauli è un’emozione unica, da quando sono piccolo faccio parte di questa grande famiglia e lo Zauli è la mia seconda casa”.

-1 a cinque secondi dalla fine, tiri o passi la palla?

D’Ambrosio: “Passo la palla a Visconti che ci regala grandi airball”.

Visconti: “Isolamento, penetrazione, canestro…AND ONE!”.

Vincenzo D'Ambrosio

Vincenzo D’Ambrosio

Un pregio del tuo compagno di squadra?

D’Ambrosio: “E’ molto socievole e disponibile, ma soprattutto riesce sempre a tirarti su di morale ed è, anche se non sembra, molto sveglio”.

Visconti: “È sempre disponibile con tutti ma il suo pregio più grande è quello di essere determinatissimo, quando vuole qualcosa la ottiene”.

Un difetto del tuo compagno di squadra?

D’Ambrosio: “Qualsiasi cosa accada, Ludovico è in ritardo di 15 minuti (almeno). E poi si dimentica sempre qualcosa”.

Visconti: “Odia perdere a Fifa e quando succede trova sempre scuse, poi deve avere sempre ragione e quando si accorge di sbagliare inizia a dire cose senza senso logico (ahahah)”.

Comments are closed.