Intervista doppia: Fabiano-Palmentieri

Il giovedì è il giorno dell’intervista doppia, questa settimana è la volta di Luca Fabiano e Stefano Palmentieri.

Cosa ti piace di più di Battipaglia?

Fabiano: Io non sono di Battipaglia quindi non conosco molto bene questa città, le uniche volte che ci vengo è per qualche cena con i compagni di squadra e per gli allenamenti quindi posso semplicemente risponderti con: il cibo e IL PALAZAULI. 

Luca Fabiano

Luca Fabiano

Palmentieri: Battipaglia è la mia città, quindi per me ha un fascino particolare. Anche se negli ultimi tempi è passata alle cronache per fatti poco piacevoli, so bene che il potenziale è davvero tanto e sono sicuro che riuscirà a dimostrarlo negli anni a venire.

Mozzarella o pizza?

Fabiano: Pizza.

Palmentieri: Pizza.

Mare o montagna?

Fabiano: Mare.

Palmentieri: Montagna.

Come trascorri il tempo quando non sei in campo?

Fabiano: Studio, aiuto i miei con il lavoro, amici e vedo molti film!

Palmentieri: Musica, amici e studio.

Ed ora parliamo di basket. Quali emozioni regala giocare al Pala Zauli?

Fabiano: Sono cresciuto in questo palazzetto e quando metto piede in campo per me è come se fosse la prima volta, poi ci sono sempre tante persone a vedere le partite quindi questo non può fare altro che regalarti tante emozioni.

Palmentieri: Il Pala Zauli per me è come casa. Credo di averlo visto in ogni situazione, dai momenti più bui, alle vittorie dei campionati e fortunatamente mai da avversario. Ci sono occasione in cui diventa realmente il sesto uomo in campo. Vedere così tante persone alla prima di campionato ha dato sicuramente a me e ai miei compagni un marcia in più, e sono sicuro che lo sarà fino alla fine dell’anno.

Stefano Pamentieri in azione al debutto in campionato

Stefano Pamentieri in azione al debutto in campionato

-1 a cinque secondi dalla fine, tiri o passi la palla?

Fabiano: Passo la palla. No dai era una battuta, Tiro!! (ahahah)

Palmentieri: Palla a Fabiano!

Un pregio del tuo compagno di squadra?

Fabiano: In campo ha tanta personalità mentre fuori c’è sempre per scambiare quattro chiacchiere e magari un consiglio.

Palmentieri: In campo, l’essere pronto nel momento decisivo, fuori, la capacità di ascoltare.

Un difetto del tuo compagno di squadra?

Fabiano: Mamma mia quanto si lamentaaaa!!!!

Palmentieri: A volte dimentica il fondamentale del passaggio! (ahahah)

Comments are closed.