La svolta non c’è. La O.ME.P.S. BricUp Battipaglia sconfitta ancora.

Al PalaSammontana, nell’incontro valevole per l’ottava giornata del campionato di Serie A1 Femminile “Techfind”, la O.ME.P.S. BricUp Battipaglia – ancora rimaneggiata perché costretta a fare a meno di Bocchetti e Melgoza – offre una prova incolore di fatto non scendendo mai in campo al cospetto di una Empoli che, invece, gioca bene, vince e convince. Risultato finale: 84-56.

La cronaca.

L’impatto della O.ME.P.S. BricUp Battipaglia sul match è pessimo. Le pesanti assenze, certamente, si fanno sentire, ma non possono bastare, da sole, a giustificare le enormi difficoltà palesate dalle biancoarancio che, nella prima frazione, offrono una resistenza troppo molle –  e, a tratti, inesistente – al cospetto degli attacchi delle padrone di casa che, dopo 2 minuti, sono già sul 7-0. Il trascorrere dei minuti non solo non migliora, ma, anzi, peggiora la situazione delle ospiti che subiscono canestri a ripetizione dalle scatenate padrone di casa. E, se non fosse per Hersler (unica, con 6 punti all’attivo, a disputare un primo periodo positivo in casa Battipaglia), il passivo della O.ME.P.S BricUp sarebbe ancora più pesante del -17 (25-8) sul quale si conclude il primo quarto.

Nel secondo quarto le cose migliorano leggermente in casa Battipaglia. Non tanto nel punteggio (la frazione, infatti, terminerà pari) quanto nell’atteggiamento. McCray, dopo un primo quarto negativo, si accende creando qualche difficoltà alla difesa di Empoli. Ma, per le padrone di casa, la situazione è sotto controllo. Mathias e Premasunac (specie la prima) spadroneggiano nel pitturato, Baldelli disegna basket di qualità, Smalls (e non solo lei) realizza canestri pesanti. La USE Scotti è, insomma, un’orchestra perfetta e, all’intervallo lungo, conserva intatti i 17 punti di vantaggio maturati nella frazione precedente (44-27).   

Nel terzo quarto si assiste ad un autentico show della Smalls. La guardia statunitense si esalta segnando ben 11 punti nella frazione e spingendo ancora più avanti una Empoli padrona assoluta della situazione. Dall’altra parte, Battipaglia non reagisce: le ospiti sono spente e incapaci di contrapporsi da pari a pari alle toscane. Hersler e McCray fanno ciò che possono coadiuvate da una De Feo intraprendente e coraggiosa. Ma è troppo poco tant’è vero che la O.ME.P.S. BricUp, al 30’, è ancora più lontana dalla USE Scotti (-23, 65-42).

Nell’ultimo quarto Empoli, tutt’altro che sazia, incrementa ancora il proprio già considerevole vantaggio. E lo fa pur dando spazio a tante giocatrici giovani che denotano personalità più che apprezzabile. Battipaglia non brilla neanche in un’ultima frazione che vede Hersler continuare a lottare strenuamente (anche oggi la svedese ha offerta una prova consistente sfiorando la doppia doppia: 19 punti e 9 rimbalzi) e De Rosa mettersi in evidenza con due triple ravvicinate che, però, sono rilevanti solo per le statistiche non spostando affatto la lettura di un match dominato da una Empoli bella, concreta e che si conferma una delle più belle sorprese del campionato. Per la O.ME.P.S. BricUp Battipaglia è notte fonda e l’ultimo posto in classifica, pesante ed inquietante, impone la necessità di invertire, in tempi rapidi, la rotta. Il finale, al PalaSammontana, è di 84-56.    

   

TABELLINO DEL MATCH

USE Scotti Rosa Empoli – O.ME.P.S. BricUp Battipaglia 84-56 (25-8; 44-27; 65-42; 84-56)

 

USE Scotti Rosa Empoli

Smalls 22, Ruffini 3, Premasunac 17, Lucchesini 3, Chagas 4, Baldelli 2, Francalanci 1, Malquori, Ravelli 5, Manetti 6, Narviciute 2, Mathias 19. Coach: Cioni.

 

O.ME.P.S. BricUp Battipaglia

Moroni 8, McCray 15, Mazza, Potolicchio, Hersler 19, Opacic, Dione, De Feo 4, Mattera 4, De Rosa 6. Coach: Paciucci.  

 

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

Comments are closed.