La Treofan Lady è Campione d’Italia. Riga “Ci siamo riusciti”

Meglio di un film, molto meglio. Forse nessuno l’avrebbe potuta immaginare così: avvincente, drammatica ed emozionante.

under 20 - scudetto - campioniTre parole che possono descrivere i quaranta minuti del Pala Dozza, quelli che hanno appassionato i tifosi battipagliesi. Perché è accaduto di tutto, davvero. Tanto che la paura di dover perdere anche quest’anno aveva ad un certo punto “colpito” la Treofan Battipaglia. Fatta eccezione per i primissimi minuti, dove si arriva anche sul 9-3 con un gioco da tre punti di Tagliamento, è la Reyer Venezia a tenere spesso e volentieri la testa avanti. Anzi, quasi sempre. La risposta delle orogranata è veemente e Zecchin chiude in transizione un break di 0-8 che vale il primo vantaggio ed anche la prima sospensione per le Lady. I canestri, comunque, latitano, ma ad inizio secondo periodo la Treofan si riporta sul -1. Ma è solo un momento, per di più troppo breve. Tagliamento viene richiamata in panchina dopo il terzo fallo commesso, ai liberi è davvero una maledizione. Ma in chiusura di primo tempo l’ala brindisina colpisce finalmente dall’arco dei tre punti per il 22-27.

Sembra nuovamente il momento, quello nel quale sferrare l’attacco decisivo. Ed invece ad inizio ripresa accade l’esatto contrario. Venezia non sbaglia quasi mai dal perimetro e tocca anche i sedici punti di vantaggio. Qualcosa non va, ormai è chiaro. Prima degli ultimi dieci minuti coach Riga prova a toccare le corde giuste, sia mentali che tattiche. E lo fa nel modo migliore. Si ritorna sul parquet ed arriva immediatamente un parziale di 9-2 dove Tagliamento è quasi sempre presente e Vespignani mette dentro la tripla del -9, (40-49), che costringe Liberalotto a chiamare time-out. E’ la volta buona, per davvero. La “catapulta infernale” Tagliamento decide di mettersi tutte sulle spalle, altre due triple e siamo sul 48-49. Al suo fianco arriva Lucrezia Costa. Per lei quattro punti in meno di un minuto ed è 52 a 49. Tutto completamente ribaltato, ma nulla è ancora stabilito. Dopo aver segnato appena un punto in otto minuti, al 27’42” arriva la “bomba” di Pan e dopo il 3/4 ai liberi di Gianolla che valgono il 53-55 a 53” dalla fine. Riecco la paura. Ma questa volta la Treofan gioca da grande squadra. Costa segna nuovamente nel pitturato, Pan dall’altra parte sbaglia la tripla. Stessa cosa fa anche Zecchin a otto secondi dalla fine, prima e dopo i liberi di Tagliamento e Vespignani che mettono al sicuro la vittoria e fanno esplodere la festa biancoarancio.

under 20 - scudetto - campioniFinisce 58-55 e primo Scudetto della propria storia per la PB63 che fa un regalo speciale alla sua città che oggi compie 87anni: “Più che l’analisi della gara, ora come ora conta il risultato finale. Abbiamo coronato un grande sogno, un successo che tutti volevamo. Un successo che ti dà quello sprint per poter far continuare un progetto così importante con le giovani le parole di Massimo Riga coach delle Campioni d’Italia Under 20 -. La promozione in A1 ha rappresentato tanto, ma questo Scudetto ha un valore speciale e sono contento soprattutto per il presidente Rossini. Venendo alla gara, nel finale tutte sono state brave ed hanno fatto le cose che sanno fare togliendosi di dosso la tensione e l’emozione che all’inizio le ha bloccate. Merito, comunque, alla Reyer per la partita straordinaria”.

TREOFAN BATTIPAGLIA-REYER VENEZIA 58-55 (13-18, 22-27, 31-47)

Treofan: Trimboli, Tagliamento 25, Russo 4, Andrè 6, Costa 16, Vespignani 5, Landi 2, Di Donato ne, Rauti ne, Trucco, Diouf ne, Sapienza ne. Coach: Riga

Reyer: Porcu 6, Pan 12, Zecchin 3, Togliani A. 5, Gianolla 15, Colombo ne, Destro, Castello 8, Muffato ne, Togliani G. 1, Vitari 5. Coach: Liberalotto

Comments are closed.