L’A2 Lady dura un quarto, mercoledì gara 2 dei playout

Niente da fare per la Galletto Carpedil Salerno. Gara 1 del primo turno dei playout va alle padroni di casa della Infa Feba Civitanova Marche (76-50), mercoledì sera alle 19:30 la possibilità di riportare in parità la serie in gara 2 per poi potersi giocare il tutto per tutto domenica prossima in gara 3 nuovamente nelle Marche. a2

Al Palsport Città Alta è partita equilibrata solo nei primi venti minuti. Salerno – priva di Russo, Costa, Trimboli, Diop e Tagliamento – tiene bene il campo e va alla prima interruzione sul 21-20 per Civitanova. Nel secondo quarto le granatine provano a mettere il muso avanti grazie anche a una bomba di Rauti ma tra l’11’ e il 13’ Civitanova sorpassa ancora (29-26). De Mitri, ancora da tre, rimette tutto in parità a metà quarto. Grande equilibrio, prova a spezzarlo la marchigiana Perini sul finire di tempo, contribuendo a fissare il punteggio sul 40-33. Ci riesce, perché dall’intervallo lungo in poi la Infa Feba strappa e semina le campane fino al rassicurante +22 della mezzora (63-41). Non bastano alle campane i 20 punti finali (in 33 minuti) di una positiva De Mitri: Civitanova gestisce l’ultimo quarto e chiude sul 76-50. Mercoledì al PalaSilvestri occorrerà una prova d’orgoglio da parte delle atlete di Braida se vorranno provare ad evitare di andarsi a giocare la salvezza in A2 al secondo turno dei playout, incrociandosi con le perdenti degli spareggi per non retrocedere del girone A.

INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE-GALLETTO CARPEDIL SALERNO 76-50 (21-20; 40-33; 63-41)

CIVITANOVA MARCHE: Gomes 2, Perini 18, Bocola 2, Trobbiani 4, Romano, Di Costanzo 10, Vinciguerra, Marinelli 10, Stronati, Vorlova 26, Manzini 4. All: Melappioni.

SALERNO: Assentato 2, Sapienza 2, Rauti 9, Costabile 2, Dentamaro 10, Pastena 3, Diouf, Fabbricini 2, Patera, De Mitri 20. All: Gibboni-Braida.

Arbitri: Cassiano di Fiumicino (RM) e Lupelli di Aprilia (LT)

Comments are closed.