L’allenamento della forza della PB63Lady

Allenare le qualità della forza muscolare non è semplice. Non è semplice in senso assoluto, è più complicato se lo riferiamo a donne, ed è ancora più complesso se lo applichiamo a donne che giocano a basket.

Innanzitutto partiamo dall’idea che la forza è una qualità fisica dell’essere umano necessaria per compiere QUALUNQUE azione motoria. Infatti una storica definizione di forza afferma che: “La forza muscolare è quella capacità motoria che permette di vincere una resistenza o di opporvisi tramite lo sviluppo di tensione da parte della muscolatura”.santarcangelo

Infatti anche azioni motorie estremamente lunghe (maratona, marcia dell’atletica leggera) necessitano di forza; una forza di bassa intensità ma protratta per lungo tempo. Azioni molto più intense invece (salti e lanci dell’atletica) prevedono una grande applicazione di forza ad alta intensità ma per un tempo molto breve. Quindi risulta già evidente che il tempo di applicazione della forza è un dato estremamente importante.

Dal grafico si nota come la forza abbia delle forme di espressione diverse, con delle denominazioni diverse, in base al tempo di applicazione della forza stessa.  Come si può apprezzare dal grafico, maggiore è la velocità di applicazione della forza stessa (quindi meno tempo) e più siamo nella zona della FORZA RAPIDA (esempio: salto in alto); più ci spostiamo a destra nel grafico e più il tempo di applicazione della forza sarà alto, quindi forza meno veloce (esempio: body building). Ed in tutto ciò dove si colloca la pallacanestro?  Il gioco del basket prevede azioni ad alta intensità di forza e brevi (ma non brevissimi) tempi di applicazione. Nel nostro grafico andrebbe collocata nella FORZA ESPLOSIVA o, in alcuni casi nella FORZA DINAMICA.

tagliamento - treffers Quindi dopo aver stabilito in quale “zona” della forza viene collocato il basket, dobbiamo adesso vedere come allenare quel tipo di forza. Premetto che l’allenamento della forza è individualizzato (nel lavoro con la squadra mi aiuto formando ad ogni sessione di allenamento della forza 3 gruppi omogenei) e soprattutto che cambia durante il corso della stagione. Passiamo da una fase preparatoria di muscolazione generale, svolta nel raduno estivo di Malè e al ritorno a Battipaglia, nelle successive due settimane, per passare poi ad una fase di vero e proprio  incremento muscolare per altre 2-3 settimane, per terminare poi sviluppando le qualità vere e proprie di esplosività muscolare a ridosso dell’inizio del campionato.

Questo ci permette di avere poi delle “belve” dal punto di vista muscolare (vero Kourt Treffers?) ma vi suggerisco una giovane molto interessante per questo aspetto: Marzia Tagliamento. Nessuna delle due è molto rapida, ma sono decisamente “forti” nel senso più classico del termine.

di Mimmo Santarcangelo 

 

Comments are closed.