Le parole di coach Matassini sul match di Vigarano

 

A qualche ora di distanza dall’amarissimo match di Vigarano, è ancora tanta l’amarezza in casa Treofan Givova Battipaglia che ha vista sfumare al fotofinish una vittoria che, a pochi minuti dal termine, sembrava certa. Certo, l’assenza di Policari e le non perfette condizioni di Del Pero (febbricitante) costituirebbero delle indubbie attenuanti, ma non per coach Matassini, che non cerca alibi e così analizza il match di ieri …

“Anche a mente fredda, l’amarezza e il dispiacere per non aver vinto sono molto grandi. Ritengo che, per quanto visto e fatto nei primi 36 minuti di gioco, avremmo meritato la vittoria … ma partite come questa vanno giocate per 40 minuti e noi siamo mancati proprio sul più bello, a differenza di Vigarano che, nel momento decisivo del match, si è compattata, ha stretto le maglie e ha portati a casa i due punti.

Mi assumo tutte le responsabilità per quanto accaduto ieri. Se, nel momento più importante del match si verifica un blackout, è inevitabile un mea culpa ed un esame di coscienza da parte di tutti, così come l’analisi su cosa a livello tecnico, tattico e fisico non ha funzionato. Ma, ripeto: la responsabilità è, in primis, mia e non mi tiro indietro su questo punto.

Detto questo, non dobbiamo e non possiamo piangere troppo a lungo su questa sconfitta, anzi, bisogna reagire prontamente perché sabato prossimo c’è una partita determinante per il nostro percorso, partita che dovremo affrontare mettendo in campo una prestazione di un livello ancora superiore rispetto a quella di Vigarano, anche perché il match di Empoli nasconde tante insidie: giocheremo, infatti, su un campo difficile e contro una squadra che cercherà la sua prima vittoria in campionato. Ma noi non dovremo farci condizionare da ciò ed anzi dovremo mettere in campo la rabbia derivante dalla delusione di ieri per cercare di vincere una partita fondamentale per noi”.

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

Foto: LBF/Castoria

Comments are closed.