Raccolta differenziata, Battipaglia al Top. “Presto ricicleremo la plastica”

raccolta differenziata

raccolta differenziata

Il progetto PB63 ha tra i suoi principi inviolabili, il “vivere sportivo“, rispettando ciò che ci circonda anche al di fuori del terreno di gioco e lo sviluppo del territorio.

Effettuare la raccolta differenziata rientra dunque in pieno nello spirito del nostro progetto. Ma vi siete mai chiesti perché è così importante?

Lo scopo principale della raccolta differenziata è quello di ridurre i rifiuti non riciclabili da portare in discarica o da trattare con inceneritori e allo stesso tempo recuperare tutte le materie prime per trasformarle in ricchezza e non in inquinamento. Riciclare correttamente i rifiuti, oltre a risolvere il problema delle discariche, consente importanti risparmi di energia e materie prime. La produzione di una tonnellata di carta riciclata richiede circa 400mila litri d’acqua e 5mila kWh in meno di una stessa quantità di carta nuova, senza contare che, così,viene risparmiata la vita a circa 15 alberi.

Ma Battipaglia come vive il rapporto con la raccolta differenziata? Ce lo spiega il dottor Michele Marino, direttore operativo dell’azienda Alba che si occupa della raccolta dei rifiuti per conto del comune: “Con il nuovo sistema del porta a porta (addetti che recuperano l’immondizia direttamente a casa dei cittadini, ndr) la percentuale della popolazione che ricicla è passata, in un anno, dal 35% al 70%. Battipaglia è sicuramente al top dal punto di vista della differenziata in provincia, ma dobbiamo puntare a consolidare queste percentuali e combattere l’abbandono indiscriminato dei rifiuti che purtroppo viene praticato ancora da tantissimi nostri concittadini. Obiettivi per il futuro? Creare un nuovo ecocentro più dinamico e vicino alle esigenze della popolazione e sviluppare il riciclo della plastica dura (quella utilizzata per i giocattoli ndr) che attualmente non è ancora applicabile ma che durante l’anno contiamo di poter realizzare. Saremo i primi in Campania”.

Comments are closed.