Lucchesi ospite della PB63 “Un grande lavoro qui a Battipaglia”

Una visita speciale, di quelle che ormai fanno quasi parte del quotidiano per la PB63. Dopo Andrea Capobianco, lo Zauli si è tinto di azzurro con un altro pezzo pregiato del panorama femminile: Giovanni Lucchesi.

Coach benvenuto di nuovo a Battipaglia. Da vicino ha avuto modo di vedere due delle convocate per il prossimo raduno under 16 (Cremona e De Caro).

Esatto, diciamo che questo è il momento della conoscenza in quanto il gruppo è prevalentemente rinnovato. Un gruppo molto delicato, in quanto ci sono tante giovani interessanti ma forse si fa fatica a trovare qualcuna che sia una spanna sopra tutte le altre. Per cui, come sempre del resto, servirà lavorare molto, anche perchè il prossimo Europeo sarà molto competitivo. Noi di sicuro scenderemo in campo con il coltello fra i denti, così come è altrettanto sicuro che giocheremo in modo diverso in quanto abbiamo una struttura differente rispetto al recente passato. Per quanto riguarda Battipaglia, la PB63 fa un lavoro enorme sul settore giovanile. Merito della grande disponibilità emotiva del suo presidente verso un determinato criterio di lavoro. Ovviamente ci sono anche altre società che operano allo stesso modo, ma non sono mai troppe”.

Giovanni Lucchesi con Massimo Riga

Giovanni Lucchesi con Massimo Riga

Intanto lo scorso 8 dicembre è stato impegnato con una una selezione interregionale, presente anche la Lady Maristella De Feo. Impressioni?

Prima di tutto, su ventiquattro convocate solamente due, e pur di poco, superavano il metro e ottanta di altezza. Un dato, dunque, eloquente. Su De Feo, invece, si è visto che ha una grande vitalità, così come quell’esuberanza che la contraddistingue in mezzo al campo. Diciamo che gioca ancora per divertirsi e meno ragionando con un concetto di squadra, questo non significa assolutamente che è egoista ma che può crescere ancora tanto essendo entrata solo da poco tempo in un determinato contesto sportivo“.

Ma facciamo un piccolo passo indietro. Da qualche mese è ufficiale il suo rinnovo con la Federazione, come sta andando?

E’ un piacere ed un onore lavorare al fianco di Andrea, un grande professionista ed un grande conoscitore della pallacanestro. E’ certamente stimolante lavorare al suo fianco, poi le sue linee guida coincidono al 99,99% con quelle che ho cercato sempre di adottare nel corso della mia esperienza azzurra. Ovviamente iniziare con due vittorie è stato molto importante, vogliamo continuare a fare bene per conquistare l’Europeo“.

Comments are closed.