Nella prima di campionato, disfatta per la O.ME.P.S. BricUp Battipaglia.

Male. Anzi, malissimo. 

Al PalaSerradimigni, nell’incontro valevole per la prima giornata del campionato di Serie A1 Femminile “Techfind”, la O.ME.P.S. BricUp offre una prestazione pessima uscendo pesantemente sconfitta dal confronto con la Dinamo Sassari che ottiene la prima storica vittoria nel massimo campionato di basket femminile con il largo punteggio di 86-58.

La cronaca.

Inizio contratto per Battipaglia che impiega circa due minuti per segnare il primo canestro del proprio campionato (tripla di Hersler). A complicare ulteriormente le cose in casa biancoarancio i 4 falli spesi in poco meno di 3 minuti. Nonostante ciò, il buon impatto sul match del duo Hersler-Melgoza consente alla O.ME.P.S. BricUp di essere avanti a metà frazione (7-9). La gara, in questa fase, non è bellissima: il punteggio basso e i tanti errori da entrambe le parti lo dimostrano. Nella seconda parte del periodo si inverte l’inerzia: Sassari, sfruttando i tanti (troppi) errori di Battipaglia ribalta la situazione, trascinata da una splendida Calhoun (13 punti per lei nel primo quarto). Al 10′, le padrone di casa sono avanti di 5 (20-15).

Le cose, in casa Battipaglia, peggiorano (e di molto) ad inizio secondo quarto: una tripla di Rakova-Fekete fa volare Sassari sul +11 (30-19 al 13′). La O.ME.P.S. BricUp oltre che opaca è attanagliata dall’ansia: gli errori si sprecano sia in difesa che in attacco. Sassari, allora, pur senza fare cose clamorose, vede espandersi il proprio vantaggio che, all’intervallo lungo, è di ben 15 lunghezze (42-27). 

Dopo un primo tempo molto negativo, ci si aspetterebbe una reazione da parte della O.ME.P.S. BricUp. Invece, non solo la reazione non c’è, ma le cose continuano a peggiorare. Melgoza (positiva la sua prova) predica nel deserto. Battipaglia non c’è, né in attacco né in difesa e la Dinamo, al 24′, tocca il ventello di vantaggio (53-33). La prestazione delle biancoarancio, altamente negativa, nella parte finale del terzo quarto diventa, se possibile, ancora peggiore. Le falle continuano ad allargarsi e la O.ME.P.S. BricUp continua ad imbarcare acqua. Al 30′, Sassari è avanti di 27 (68-41). 

Nell’ultimo quarto, come prevedibile, il match ha oramai poco altro da dire. Battipaglia, da tempo, non c’è più e Sassari, anche nell’ultimo periodo, fa ciò che vuole. Nella Dinamo, oltre alle tre straniere (eccellenti le prove di ciascuna di loro), anche Pertile si mette in bella evidenza. La O.ME.P.S. BricUp chiude con un parziale pesantissimo: l’assenza di Johnson (certamente assai rilevante) non può bastare a giustificare quanto visto stasera. Il finale, al PalaSerradimigni, premia la Dinamo Sassari che si impone con il netto punteggio di 86-58.

 

TABELLINO DEL MATCH

Dinamo Sassari – O.ME.P.S. BricUp Battipaglia 86-58 (20-15; 42-27; 68-41; 86-58)

 

Dinamo Sassari 

Calhoun 24, Arioli 1, Mataloni 4, Rakova-Fekete 15, Burke 23, Saba N.E., Cadoni E. N.E., Gagliano, Cantone C. 8, Scanu, Pertile 11, Fara. Coach: Restivo. 

O.ME.P.S. BricUp Battipaglia

Melgoza 16, Olajide 4, Hersler 11, Opacic, Bocchetti 12, Logoh, Seka 3, Potolicchio 7, Mazza 3, Mattera 2. Coach: Piazza.

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

 

Comments are closed.