Nicola Amato “Cuore e grinta, così possiamo vincere”

A piccoli passi ritagliandosi il proprio spazio. In un gruppo nel quale gli under compongono la percentuale più alta, anche per Nicola Amato è sempre tempo per una crescita costante che significa maggior spazio con l’under 17 e presenza ormai fissa in prima squadra.

Personalmente cosa è cambiato e quanto sei cambiato dalla scorsa stagione ad oggi?

E’ cambiato molto, in quest’anno solare con la PB63 credo di essere migliorato sotto l’aspetto tecnico e dell’intensità e questo lo devo al coach, a Serrelli ed anche ai miei compagni di squadra. Soprattutto i senior che possono insegnarmi molto con la loro esperienza, ed io ho ancora tanto da imparare e migliorare”.

Nicola Amato

Nicola Amato

Complice la mancanza di un vero pivot nella 17 in molti siete costretti agli straordinari. Detto questo, però, in quale ruolo ti trovi a più agio?

Si, purtroppo ci manca un vero numero 5 e un po’ tutti ci adattiamo. Anche io posso ricoprire quel ruolo, anche se mi trovo a mio agio più da 4, in quanto mi piace più uscire dall’area e giocare fronte al canestro che giocare di fisico sotto l’anello”.

Tra serie D ed under 17 nove vittorie su dieci partite fin qui disputate. Quanto è stato importante un inizio così per il morale del gruppo?

Quest’anno c’è la consapevolezza che possiamo vincere entrambi i campionati ed era importante dimostrare che noi vogliamo mettere in chiaro le cose fin da subito. Abbiamo una prima squadra con giocatori che hanno giocato in categorie superiori e possono portarci alla promozione. Per quanto riguarda la 17, invece, c’è la voglia di ripetersi come l’anno scorso e raggiungere di nuovo le finali interzonali, sapendo che possiamo arrivarci solo con cuore e grinta, oltre agli aspetti tecnici”.

Comments are closed.