Passo indietro per la Treofan. Porfidia “Riecco la superficialità”

Un piccolo passo indietro: “Perché delle volte giochiamo con una superficialità inaspettata e con una presunzione che non possiamo permetterci”. Questa la spiegazione di Raffaele Porfidia dopo la sconfitta della sua Treofan Battipaglia contro il San Nicola Cedri (65-66).

La gara dello Zauli conferma quelle che erano le premesse della vigilia, attenzione ai casertani che sono una squadra scorbutica e complicata da affrontare. Ed infatti nel primo quarto sono gli ospiti a gestire i ritmi, con Capuano che mette dentro la tripla del +5 (12-17). Gap che lievita tra l’ottavo ed il quattordicesimo fino a diciassette punti per merito del canestro dal perimetro di Tomasiello che costringe Porfidia ad una pausa necessaria per provare a riordinare le idee ai suoi giocatori. Ed è quello che accade. Perchè la parte finale del primo tempo è tutta biancoarancio. Veemente è la risposta. Fabiano suona la carica con la “bomba” del -12, tutti gli altri fanno il resto. Il lavoro difensivo è perfetto, poi esattamente allo scadere è il solito Pagano show dall’arco. In tre secondi fa tutto il campo è piazza la tripla del 38-39. porfidia - treofan

Dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa arriva invece il sorpasso, il primo vantaggio della Treofan è firmato Filippi. Un vantaggio che, nei minuti successivi, sarà una volta dei padroni di casa ed una volta degli ospiti. Azione dopo azione, infatti, è un continuo rispondersi a colpi di canestri o di errori nel pitturato. Chi non sbaglia è Porfido a otto dalla fine, perfetto movimento sul piede perno e gioco da tre punti che significa 52-58. Azione seguente ed è il turno di Tomasiello per il +8. Ma a 3:38 la Treofan torna pienamente in partita. Filippi appoggia al tabellone per il 58-61, poi una buona difesa ferma la partita: timeout chiamato da Falcombello per i casertani. Come nell’incontro delle 18:00 delle Lady, anche questa volta è un finale emozionante per la PB63. Fabiano va a segno con la “bomba” del 63-61, nell’altra metà campo Porfido si ripete con un gioco da tre punti. Poi negli ultimi trenta secondi sono gli errori a decidere l’incontro. Santoro fa 0/2 ai liberi, stessa cosa anche per Della Peruta e così dieci secondi a disposizione della Treofan per vincere la partita. Ma i tentativi di Ambrosano e Filippi non vanno a buon fine: “Giusto così, non abbiamo meritato di vincereha aggiunto il coach biancoarancio -. E’ una sconfitta che deve assolutamente servirci per la nostra crescita”.

TREOFAN BATTIPAGLIA-CEDRI 65-66 (16-22, 38-39, 52-50)

Treofan: Galardo ne, Santoro 7, Pagano 5, Longobardi, Carfora, Filippi 22, Fabiano 16, Giorgi 2, Ambrosano 11, Guaccio 2. Coach: Porfidia

Cedri: Ruggiero ne, D’Orta D. 6, Porfido 14, Capuano 17, Della Peruta 9, Basile, Mastropietro 5, Tomasiello 10, D’Orta 2, Russo, Avizzano ne. Coach: Falcombello

Comments are closed.