PB63 Lady: Buon esordio nei playoff, Riga “Era importante partire con il piede giusto”

BATTIPAGLIA. La tradizione prosegue: il Pala Zauli non è espugnabile ed allora la PB63 Lady non può far altro che continuare a volare. Questa volta tocca alla Lpa Ariano Irpino lasciare i due punti in palio in occasione di gara 1 della semifinale playoff di serie A2. Una domenica nella quale Battipaglia dimostra nuovamente la forza del gruppo: Treffers è praticamente marcata da tutta la difesa irpina, ma poco importa perché c’è il resto della squadra che fa capire perché da inizio stagione è in testa alla classifica (ottimo l’apporto della rientrante Ferretti).

la PB63 Lady in festa

la PB63 Lady in festa

La gara: La tensione iniziale la spezza Ramò con il primo canestro di una gara giocata punto a punto nei primi possessi. Merito anche di Sarni che, con tre canestri di fila, permette ad Ariano di non far scappare le Lady. Di Maggi, poi, il canestro del primo vantaggio (9-10). Ma è Sarni la protagonista di inizio gara, sua anche la tripla del +6 dopo poco più di un minuto dall’inizio del secondo periodo di gioco. Ma quando si gioca allo Zauli difficilmente Treffers permette a qualcuno di rubargli lo scettro. Ed infatti, con un coast to coast iniziato dalla propria metà campo, riporta il match in parità (17-17).

Quella che di fatto caratterizza il derby tra Battipaglia ed Ariano fino all’intervallo lungo: Orazzo infatti ne realizza quattro di fila, mentre Rossi piazza dall’angolo il canestro del 23-23 che chiude il primo tempo. La scossa decisiva la dà la PB63 all’inizio della ripresa, parziale di 8-2 che costringe Agresti al time-out. Ma siccome c’è sempre bisogno anche della scossa di assestamento, ecco che Treffers ci pensa con un gioco da tre punti che permette alla squadra di casa di raggiungere per la prima volta la doppia cifra di vantaggio (36-25). A quel punto la paura colpisce Ariano, con Francesca Russo che colpisce invece dal perimetro con il canestro del 39-25.

Ma nulla può essere dato per scontato in un derby. L’ingranaggio offensivo delle Lady si blocca con l’inizio dell’ultima frazione e Rossi ne approfitta con un pregevole palleggio, arresto e tiro per il -8 a 6:30 dalla fine. Ma a ridare ossigeno alla formazione di Riga ci pensano le irpine con un doppio tecnico rimediato nella stessa azione (3/4 ai liberi per Orazzo). Nonostante l’ultimo sforzo fatto dalle ospiti (“bomba” di una propositiva Santabarbara in attacco), Ramò chiude la pratica con la tripla dall’angolo che fa esplodere definitivamente il favoloso pubblico dello Zauli: “Portare a casa il successo era la cosa più importante, anche per scrollarci di dosso la tensione che c’era giustamente per l’esordio nei playoffil Riga pensiero a fine gara -. Era prevedibile non assistere ad una gara bellissima dal punto di vista tecnico, ma nonostante questo abbiamo comunque provato a giocare a ritmi alti e dare qualità al nostro gioco. Ora, però, bisogna restare con i piedi per terra, mercoledì troveremo un Ariano Irpino agguerrito”.

PB63 LADY-LPA ARIANO IRPINO 55-49 (11-12, 23-23, 40-29)

Pb: Orazzo 10, Russo A. ne, Ferretti 6, Riccardi 11, De Pasquale ne, Treffers 12, Russo F. 7, Diouf ne, Ramò 9, Minali ne. Coach: Riga

Ariano: Santabarbara 9, Aversano ne, Rossi 10, Albanese ne, Chesta 2, Maggi 6, Dominguez 4, Mancinelli, Narviciute 5, Sarni 13. Coach: Agresti

Comments are closed.