PB63 Lady: E’ tempo di finale. Riga “L’equilibrio sarà il filo conduttore della serie”

BATTIPAGLIA. Cinquantuno anni di storia, una storia che non è per nulla finita. Spesso si dice che “il più bello deve ancora arrivare”, e chissà che non sia proprio questo il caso. A distanza di una stagione ci si ritrova nuovamente in finale di playoff e forse nuovamente a sorpresa, con la serie A1 femminile che è davvero ad un “passo”.

coach Riga insieme a Treffers prima della palla a due

coach Riga insieme a Treffers prima della palla a due

Questa volta, però, si cercherà di scrivere un finale diverso di un capitolo che entrerebbe di diritto nei momenti indimenticabili della PB63 Lady. Merito, anche e soprattutto, di Massimo Riga, condottiero di una squadra che in un anno e mezzo ha sorpreso tutti e dominato quasi in lungo e largo nonostante una squadra formato under  19/20: “La crescita delle italiane e di Treffers è il filo conduttore di questo percorso iniziato un anno e mezzo fa quando arrivai a Battipaglia con la squadra che era settima a pari punti con Bolognail ricordo del tecnico -. Ovviamente sono due cammini diversi. All’inizio di questa stagione non eravamo “dipinti” in alcun modo, poi siamo stati definiti come squadra che sapeva solo correre, poi come picchiatori ed ora come corazzata del campionato. Va bene così,  ora come ora quello che conta è soltanto la finale: traguardo meritato sia da noi che da Vigarano”.

E dunque dai liguri al Vassalli 2G Vigarano, formazione di grande caratura e reduce da una stagione altrettanto esaltante: “L’equilibrio sarà il filo conduttore della serie, d’altronde abbiamo già avuto delle risposte in tal senso nelle due precedenti sfideprosegue nella disamina coach Riga -. E proprio da lì dovremo ripartire, evitando di ripetere gli stessi errori e cercando di non concedere facili giocate ad un Vigarano che sa approfittarne alla grande e che ha nel suo roster giocatrici capaci di ricoprire più giocate. Noi, comunque, dovremo essere bravi a sfruttare i nostri vantaggi, naturalmente con l’aiuto del nostro pubblico che sarà come sempre fondamentale. E’ scontato dire che c’è grande voglia di scendere in campo e vivere questi momenti”.

Il conto alla rovescia è ormai partito, poche ore è poi sarà finalmente finale: palla a due domani alle 18 al Pala Zauli. Lo spettacolo è assicurato.

Comments are closed.