PB63 Lady: Trasferta amara. Ora sotto con lo spareggio

VIGARANO. Impresa solo sfiorata per la PB63 Lady che deve soccombere in casa del Vassalli 2G Vigarano che fa festa e vola in serie A1.

Marida Orazzo

Marida Orazzo

A differenza di domenica scorsa questa volta l’approccio delle Lady è decisamente diverso. Tempo pochi minuti e si colpisce dal perimetro con un 4/4 a firma Ramò, due le triple per lei, Orazzo e Russo (9-16). Percentuali che costringono Ravagni alla prima sospensione dell’incontro, cosa che però poi accade in chiusura di prima quarto anche al collega Riga quando Costi realizza un mini parziale di 4-0. Sempre Costi realizza anche il canestro del -1 a metà secondo quarto (21-22), ma la PB63 è agguerrita e pressa con grande intensità. I due tecnici abbassano i quintetti e Treffers inizia a fare la voce grossa nel pitturato, catturando tutti i palloni che passano da quelle parti. Ma nei momenti conclusivi del primo tempo arriva la risposta di Vigarano che riacciuffa il pareggio sul 32-32.

Con la ripresa, invece, avviene anche il sorpasso in una frazione che vive però di diversi capovolgimenti di fronte: Ramò infatti piazza la tripla del 38-41, mentre Bonasia ridà a Vigarano un vantaggio che cresce definitivamente con l’inizio dell’ultimo quarto. Il metro arbitrale non favorisce per nulla le Lady e le padroni di casa piazzano un paio di triple che mettono ko Battipaglia nonostante una propositiva Orazzo. Per il secondo anno di fila, dunque, la finale playoff non sorride al gruppo di coach Riga, ma da domani bisognerà subito voltare pagina e pensare allo spareggio (nel week-end Torino e Trieste disputeranno gara 3) . La serie A1 resta ancora alla portata, vietato mollare.

VASSALLI 2G VIGARANO-PB63 LADY (15-20, 32-32, 47-41)

Vigarano: Valerio 8, Rosier 8, Niola , Zanoli 9, Cecconi ne, Delibasic 2, Bonasia 10, Cigliani, Venzo 3, Costi 28. Coach: Ravagni

PB: Orazzo 16, Marchetti ne, Ferretti 2, Riccardi 4, De Pasquale ne, Treffers 14, Russo F. 5, Diouf ne, Ramò 11, Minali. Coach: Riga

Comments are closed.