PB63: Vicini ad Emanuele Scifo, ecco come…Ed ora tocca a tutti noi!

Il logo PB63

Il logo PB63

BATTIPAGLIA. La PB63 fa passi importanti, ma questa volta non in campo. La società cara alla famiglia Rossini, infatti, si sta attivando per cercare di aiutare Emanuele Scifo.

Emanuele è un giovane battipagliese che lotta fra la vita e la morte. Oggi pesa 44 chili per colpa di una malattia rarissima diagnosticatagli nel tardo 2009 al Policlinico Sant’Orsola Malpighi di Bologna, sede della facoltà di medicina e chirurgia dell’Università cittadina e centro d’eccellenza per le patologie dell’apparato digerente e i trapianti. La patologia si chiama “pseudo-ostruzione intestinale cronica”, ma a tutto questo vanno aggiunti purtroppo altri problemi.

Il tempo scorre inesorabilmente, Emanuele infatti ha bisogno di una cifra davvero sostanziosa per poter effettuare l’operazione in una clinica specializzata di Miami e ritornare così a sorridere.

Ed allora serve l’aiuto di tutti, nei prossimi giorni all’interno dello Zauli verrà messo un salvadanaio dove sarà possibile effettuare delle donazioni.

Battipaglia deve essere vicina ai battipagliesi. 

 

 

 

Comments are closed.