PB63Mini: Cogliere il disagio dei bambini (2° parte)

Nel considerare i motivi per cui un bambino si sente a disagio, ci imbattiamo spesso in un insieme di più fattori inseriti in una molteplicità di variabili in gioco; chiedersi quali siano le cause che provocano il disagio non è così importante quanto capire come il bambino vive il disagio.

Un bambino, che, per vari motivi non direttamente collegati al minibasket, sta attraversando un periodi in cui necessita particolarmente attenzione, può vivere il proprio istruttore come eccessivamente rigido e freddo e provare disagio; una proposta di esercizio può essere vissuta come inadeguata e troppo difficile da un bambino estremamente insicuro e con una scarsa autostima e la difficoltà presunta lo può mettere in condizioni di forte disagio.Mini 1 (10)

Quando Marco di 10 anni manifesta un suo disagio affermando: “ Non mi piace più giocare a minibasket” il suo istruttore dovrebbe chiedersi :”Cosa prova Marco quando gioca a minibasket?”

Marco potrebbe ad esempio provare insoddisfazione, l’istruttore comprendendo il suo stato d’animo si attiverebbe cercando il modo per soddisfarlo e motivarlo. L’istruttore che percepisce  un disagio può intervenire in maniera adeguata utilizzando le sue esperienze, le sue conoscenze e la sua capacità di immedesimarsi nell’altro.

L’istruttore capace di sintonizzarsi col bambino:

  • Lo osserva mentre è in fila in attesa di eseguire un esercizio o durante l’esecuzione, durante una partita, mentre gioca o sta in panchina, quando arriva in palestra o quando ne esce terminata la lezione
  • Si informa sul motivo delle sue assenze
  • Riesce a trovare dei momenti di dialogo solamente con lui
  • Cerca di raccogliere altre informazioni parlando con chi lo accompagna (genitori, nonni, babysitter)
  • Osservando il suo linguaggio non verbale capta le sue espressioni, i suoi gesti ed atteggiamenti
  • Cerca in ogni momento di comprendere il suo stato d’animo
  • Registra come si comporta e come reagisce nelle diverse situazioni

Un bambino manifesta il suo disagio con dei cambiamenti a volte vistosi, spesso impercettibili.

Mimmo Alfinito

Comments are closed.