PB63Story: Drigo “Quella promozione in B1 che…”

E’ il momento di Ivan Drigo, altro protagonista del passato della PB63. Era il novembre del 1991 quando il pivot ex Marsala arrivò a Battipaglia insieme all’ala Longo.

Proprio loro furono determinanti per la vittoria dei playoff del campionato di B2, dopodiché altri due anni vissuti in B1…

Ivan Drigo

Ivan Drigo

…che ricordi ha di quegli anni?

Solo positivi, dettati anche dalla vittoria del campionato conquistata al mio primo anno. Ma anche la seconda stagione rappresenta ancora oggi un bel ricordo, nonostante per differenza canestri non entrammo nei playoff. Poi, ovviamente, c’è il terzo anno nel quale non riuscimmo a mantenere le attese. Ripeto, ricordi davvero positivi. Non solo del basket però, come dimenticare le mozzarelle e la pizza (dice sorridendo, ndr). Peccato che oggi non riesca a tornare più come prima”.

Il momento più bello vissuto a Battipaglia?

Certamente la promozione in B1, una vittoria inaspettata ma poi voluta in campo da tutti quanti nonostante giocassimo contro una corazzata come Pozzuoli. Fu realmente un grande momento, anche perché eravamo una squadra seguita e che viveva il territorio. Ricordo ad esempio le chiacchierate con i proprietari di una salumeria della città ai quali diedi l’idea di creare un negozio più grande che con il passare del tempo diventerà poi Mordicchio”.

Dagli anni novanta ad oggi quanto è cambiato il basket?

E’ cambiato un po’ tutto. Dal punto di vista del gioco in questo momento c’è più fisicità e meno tecnica. Ai miei tempi in B schiacciavamo in cinque, ora un po’ tutti lo fanno. Ma è anche cambiato sotto l’aspetto dell’insegnamento. Oggi l’approccio dei ragazzi è totalmente diverso rispetto al passato, purtroppo in negativo”.

Comments are closed.