Prova di forza per la Treofan. Porfidia “Lo spirito che mi piace”

Una squadra di combattenti, una squadra che assomiglia sempre di più al proprio allenatore. E così ecco spazzati via i pronostici del pre partita. 68-63 e la Treofan Battipaglia, priva di Santoro, supera il più quotato e più esperto Cercola.

Matteo Pagano

Matteo Pagano

Ma quando si inizia e Smorra sembra imprendibile per la difesa di casa. Prima una tripla ed una penetrazione per il 4-9, poi due “bombe” nel giro esatto di un minuto (dal 3:55 al 2:55 dalla fine del primo quarto) che significano 10-20. Ma nel momento di maggiore difficoltà la PB63 ha una reazione di orgoglio, e che orgoglio. Guaccio, Filippi, Ambrosano e Pagano confezionano il -1 e la partita inizia a raccontare tutta un’altra storia. Giorgi ad inizio secondo periodo schiaccia per il 25 a 26 e scuote ulteriormente squadra e pubblico. Pagano prima e Fabiano dopo segnano da tre per il 31-32, mentre il capitano Ambrosano fa 1/2 dalla lunetta e regala la parità.

Ma nella ripresa, con grande veemenza, Cercola prova ad impossessarsi nuovamente del controllo della gara. 0-6 di parziale e dopo ben tre minuti concede i primi punti alla Treofan. Ma anche questa volta gli ospiti non scappano via. Anzi, esattamente a metà terza frazione, Fabiano scappa in transizione e chiude alla perfezione un’ottima difesa di squadra. 40 pari e timeout obbligatorio per i napoletani. Al rientro in campo la partita continua ad essere vibrante: Errico da tre per gli ospiti, Pagano per i battipagliesi.

la Treofan Battipaglia

la Treofan Battipaglia

Sempre il numero 8 della Treofan muove nuovamente la retina a 5:40 dalla sirena finale con una tripla pesantissima (54-57). Ma ancora più pesante è quella di Guaccio che vale il meritato vantaggio. Il palcoscenico offensivo, però, è tutta di Pagano. La mano è calda ed entra anche la “bomba” del 63-61 a 1:55, mentre in difesa sull’azione seguente Filippi contiene alla grande su Cavallaro. Negli ultimi secondi sono poi decisivi i liberi di un glaciale Longobardi dopo l’errore al tiro di Errico: “Questo è lo spirito che voglio, uno spirito che nelle ultime settimane sta venendo sempre di più fuoriil commento iniziale di Raffaele Porfidia a fine partita -. Portiamo a casa una vittoria di prestigio contro una signora squadra, due punti che serviranno ulteriormente per la crescita mentale del gruppo. Non dimentichiamoci che giochiamo prevalentemente con under 18. Sia loro che gli over sono stati quasi perfetti, grande attenzione ai cambi difensivi e grande lucidità nelle varie situazioni tattiche che si sono venute a creare. Continuiamo così”.

TREOFAN BATTIPAGLIA-CERCOLA 68-63 (19-29, 34-34, 49-54)

Treofan: Visconti ne, Galardo ne, Cucco, Amato , Pagano 15, Longobardi 2, Carfora ne, Filippi 11, Fabiano 17, Giorgi 5, Ambrosano 11, Guaccio 7. Coach: Porfidia

Cercola: Iodice 2, Rea ne, Smorra 18, Auriemma 10, Scognamiglio 4, Ordine ne, Nappo ne, Errico 9, Cavallaro 12, Suriano ne, Salvatore 8. Coach: Patrizio

Comments are closed.