Prova di maturità a La Spezia per l’A1. Riga “Una crescita costante”

Un bel regalo di Natale. Di sorpresa, forse, non si può più parlare, ma la prova offerta dalla Techmania Battipaglia in casa del Carispezia La Spezia è realmente da applausi. Al Pala Sprint finisce 68-92 al termine di quaranta minuti dominati.

La paura di poter fare i conti con possibili cali mentali resta un ricordo appena gli arbitri danno il là alla palla a due. Le Lady partono con la quinta ingranata e colpiscono più volte la difesa di casa: Ngo Ndjock e Williams completano rispettivamente un gioco da tre punti, l’americana poi colpisce dal perimetro così come Ramò poco dopo (4-20). Sempre con un tiro da tre risponde La Spezia in chiusura di tempo con Reke che ne piazza addirittura due.

E’ di fatto la lettone che tiene a galla le ligure anche nel secondo periodo con sette punti realizzati tra la “bomba” di Bonasia e quella di Tagliamento (21-31). Ma è giornata di triple: proprio come quella di Tunstull, che è costretta però ad uscire al minuto tredici causa terzo fallo commesso, o quella di Puliti che rimette pienamente in corsa La Spezia a cinque dalla fine del primo tempo (29-36). Ma non finisce qui. Gli attacchi prendono letteralmente il sopravvento sulle difese, merito anche del secondo canestro dall’arco di Tagliamento che vale il 30-41 e che riallontana nuovamente la squadra di coach Crudeli.a1 - lady

Ma è tutta la Techmania Battipaglia che gira quasi alla perfezione, con l’ala brindisina che colpisce però anche ad inizio terzo periodo per il massimo vantaggio (34-54). Il tempo scorre ma non c’è verso di sporcare le percentuali da tre, prima va a referto Williams, dopo la solita Reke ed infine una propositiva Ramò poco prima dell’inizio degli ultimi dieci minuti condizionati dal +24 ospite. La Spezia, infatti, alza bandiera con netto anticipo, mentre sponda opposta coach Riga getta nella mischia anche Costa, Russo F., Marchetti e Diouf, per le ultime due esordio assoluto in serie A1: “Brave tutte, abbiamo fatto quello che avevamo preparato senza dimenticare però le ingenuità ed i numerosi falli commessi anche questa seradichiara il tecnico delle Lady -. Direi bene in attacco, principalmente con le italiane, ma è in parole povere il miglioramento graduale di un gruppo che ha conquistato 14 punti che sono tanti e che devono gratificarci. Ovviamente, a questo punto, dobbiamo comunque pensare al discorso playout e porci magari qualche obiettivo nuovo, ma senza darci imperativi che possono solo avere un risvolto negativo”.

CARISPEZIA LA SPEZIA-TECHMANIA BATTIPAGLIA 68-92 (14-25, 32-47, 52-76)

Carispezia: Canova 1, Donati 3, Reke 25, Puliti 8, Canova, Griffitts 8, Tava 6, Sant 15, Perini 2, Mugliarisi. Coach: Crudeli

Techmania: Orazzo 2, Marchetti, Tagliamento 11, Bonasia 3, Ngo Ndjock 9, Williams 25, Treffers 17, Russo F. 2, Diouf, Ramò 14, Tunstull 7, Costa 2. Coach: Riga

Comments are closed.