La tensione pre-gara non è un avversario invincibile

I consigli della Società italiana di psicoterapia integrata per superare, in poche mosse, la paura che colpisce gli atleti alla vigilia di una partita importante.

Time out contro Basket Stabia

PB63LADY

Vi è mai capitato di allenarvi con serenità, ma di avvertire una forte tensione alla vigilia della partita che vi impedisce di giocare con la giusta concentrazione?

Tranquilli! E’ un problema molto comune, che si verifica soprattutto nei più giovani.

La tensione, che è una condizione fisica, in termini emotivi può essere associata alla paura. Secondo la Sipi, la Società italiana di psicoterapia integrata, ci sono alcuni step da seguire per affrontarla nel modo corretto:

1)Fermarsi ed analizzare la situazione. Quando si avverte una sensazione di paura chiediamoci qual è la circostanza che ci causa disagio. Analizziamo il contesto e chiediamoci cosa ne pensiamo del fatto di provare paura prima di giocare una gara.

2) Identificare la paura. Per superare qualcosa che ci spaventa è bene provare a conoscerla ed affrontarla. Cerchiamo di dare un contenuto alla nostra paura. Ad esempio: ci spaventa la possibilità di sbagliare un tiro importante? Di deludere qualcuno che ci sta guardando?

3) Condividere la propria sensazione di disagio con i compagni e l’allenatore. Questo è sicuramente lo step più importante perché ci obbliga ad abbassare le difese nei confronti di chi ci circonda. Il basket è uno sport di squadra, l’allenatore non è solo una guida tecnica ma anche un padre al quale confidare le proprie emozioni.  Proviamo a chiedere al coach se anche lui ha mai provato paura prima di una gara e se per lui è normale avere paura. Facciamo lo stesso con i compagni, un gruppo che vuole vincere, sostiene e aiuta chi è in difficoltà. Condividere serve per sentirsi meno soli e vivere con serenità.

Fonte: http://www.tuttobasket.net/sipi/quesito2.htm

Comments are closed.