Quali test fisici somministrare alla PB63?

Dopo aver chiarito nel precedente articolo quali devono essere le caratteristiche generali dei test motori somministrati alle giocatrici di basket, andando nello specifico, vi racconto quali sono stati i test somministrati alla nostra squadra, al momento dell’arrivo delle giocatrici a Battipaglia.

Le giocatrici sono state sottoposte a numerose valutazioni per testarne lo stato fisico nel momento dell’arrivo presso la sede di allenamento. Tant’è che quella batteria di test prende il nome non causale di “Test di entrata”.        Naturalmente la parte più significativa del somministrare i test consiste nella possibilità di ripeterne l‘esecuzione, in quanto la strategia di somministrazione dei test prevede la parte più importante nell’apprezzare l’eventuale miglioramento del singolo giocatore, e non l’inutile classifica del “chi è la più veloce/resistente/agile della squadra”.

Una giocatrice può essere valutata, a livello fisico, sotto tantissimi aspetti. Naturalmente bisogna compiere delle scelte,  e valutare gli aspetti che più influenzano l’aspetto della prestazione nel basket. Quindi bisogna considerare gli aspetti fisici principali del basket, quelli che costituiscono il cosiddetto “modello prestativo” del gioco del basket. Cioè quali azioni fisiche compie una giocatrice nel basket?allenamento

Sul modello prestativo del basket si sono scritte centinaia di ricerche: dai primi lavori del 1970 (Dal Monte ed altri) fino ai recentissimi lavori del 2013 (Colli ed altri), parecchie classificazioni sono state scritte, modificate o addirittura stravolte. Attualmente una delle più accreditate definizioni di “modello prestativo del basket” è la seguente “La pallacanestro è uno sport ad impegno metabolica aerobico-anaerobico alternato, dove la componente meccanico muscolare fa riferimento alla forza reattivo-elastica ed alla potenza muscolare” di Francesco Cuzzolin, attuale Preparatore Fisico della Nazionale Italiana Maschile di basket.

Dalla definizione sopra esposta risulta sufficientemente chiaro che le qualità fisiche principali per un giocatore di basket sono:

  1. l’aspetto metabolico, quindi quello del movimento in campo: spostarsi in campo, camminare, correre, a quale velocità, per quanto tempo, con quale intensità, con quale recupero;
  2. il secondo aspetto, probabilmente ancora più importante del primo è quello della efficienza muscolare che consente di esprimere Analizzeremo più avanti quale forza, espressa in quale modo, per quanto tempo e con quale intensità.

Ovviamente, esistono poi tutta una serie di qualità fisiche che fungono da supporto alle qualità sopra esposte e che, per quanto riguarda la PB63, sono state individuate nel:

  1. i test antropometrici, soprattutto in riferimento alla condizione del peso e del grasso corporeo (il test più “temuto” dalla squadra);
  2. la situazione “posturale”, che indica la percezione della giocatrice del proprio corpo, in riferimento a se stesso ed allo spazio circostante.

Nel prossimo appuntamento analizzeremo i test di forza somministrati alla PB63.

Mimmo Santarcangelo

Comments are closed.