Riga ed il calendario della sua Treofan “Avvio in salita”

Per un attimo è sembrato quasi un déjà-vu, ed invece no. E’ tutto vero, riecco nuovamente il Famila Schio. Ma questa volta all’Opening Day di Lucca (1 e 2 ottobre 2016).

Sarà una prima speciale per la Treofan Battipaglia, la terza ormai in serie A1 Femminile. Dopo aver iniziato e terminato la stagione scorsa proprio contro le venete (esordio prima all’Opening Day di Napoli e quarti di finale poi nei playoff), anche questa volta tutto avrà inizio con le detentrici dello Scudetto. Ebbene sì, di nuovo loro. Una sfida che orami sembra iniziare ad avere un sapore speciale: “Ancora di più per me visto che è la quinta volta che accade nel corso della mia carriera” – racconta coach Massimo Riga – “Sicuramente va ammesso che, proprio come l’anno scorso, anche quest’anno avremo un avvio di campionato in salita. Ci aspetta una stagione intensa dove almeno sei società, partendo ovviamente da Schio, saranno di un livello superiore, poi ci sarà la rivelazione così come la delusione”. 

Massimo Riga

Massimo Riga

Il 9 ottobre è previsto l’esordio stagionale al Pala Zauli contro l’Umana Reyer Venezia, tre settimane più tardi sempre a Battipaglia sarà la volta del derby con le cugine della Saces Napoli (il ritorno è previsto per il 5 febbraio). La sosta natalizia inizierà il 22 di dicembre, dopo la prima gara di ritorno in programma il giorno precedente, e terminerà l’8 gennaio quando sì ritornerà in campo. Il 26 marzio, invece, si disputerà l’ultima giornata, con la Treofan di Riga che affronterà allo Zauli la Passalacqua Ragusa: “Saranno sei mesi dove dovremo essere bravi a saper gestire le difficoltà delle varie partite che andremo ad affrontare, così come le sconfitte. Come riuscirci? Lavorando duramente nel corso delle settimanespiega il tecnico -, perché dal miglioramento individuale ci sarà anche quello collettivo. Per cui massimo impegno sin dall’inizio, consci che abbiamo deciso di rinnovare e ringiovanire completamente il nostro roster. Puntiamo alla loro crescita ed alla salvezza”.

Rispetto allo scorso torneo questa volta l’A1 sarà composta da dodici società (hanno rinunciato Orvieto e Parma).

Comments are closed.