Sconfitta a Broni, la O.ME.P.S. BricUp Battipaglia retrocede in A2

È finita.

Dopo 7 stagioni, Battipaglia saluta l’A1. E lo fa mestamente, al termine di un doppio turno di play-out nei quali, a causa della partenza delle tre straniere, non ha potuto lottare ad armi pari con le dirette concorrenti, degna conclusione di una stagione disastrosa e, a tratti, surreale.

Come sia stato possibile chiudere con la retrocessione una stagione che era iniziata ingaggiando un coach importante come Giuseppe Piazza, la miglior marcatrice italiana del campionato precedente (Sara Bocchetti) e una super giocatrice fresca di brillantissimo esordio in WNBA come Stella Johnson resta difficile da spiegare e, comunque, non è questa la sede per farlo.   

Quel che è certo è che Battipaglia, purtroppo, dopo 7 stagioni, saluta l’A1 e lo fa con il seguente bilancio: 179 partite disputate, 40 vittorie (28 delle quali ottenute nelle prime tre stagioni, appena 12 nelle ultime quattro), 139 sconfitte (105 delle quali subìte nelle ultime 124 partite disputate), 2 qualificazioni ai play-off, 3 play-out, 1 partecipazione alla Coppa Italia.

Sul match di oggi in quel di Broni cosa si può dire? Forse è meglio non dire niente. Solo un enorme GRAZIE al coach Federica Di Pace ed alle coraggiose superstiti che hanno provato, in condizioni improponibili, a disputare non solo la gara odierna, ma gli interi play-out nella maniera più decorosa possibile.

Per il resto, ribadiamo, meglio tacere. Un comunicato che analizzasse dal punto di vista tecnico-tattico un match che, a fine primo quarto, dice 26-3 per Broni avrebbe del grottesco così come grottesche e assurde sono state tante (troppe) cose viste, in questi mesi, in casa PB63.

Non sappiamo cosa avverrà da domani. Da dove, come, da chi o da cosa ripartirà Battipaglia.

La speranza è che riparta ritrovando quell’entusiasmo che, 7 anni fa, era enorme e che, anno dopo anno, è andato via via erodendosi. Fino a scomparire. Fino ad oggi. Fino alla retrocessione in A2.

È stato un sogno bellissimo. E speriamo, un giorno, di riviverlo ancora.

A presto, cara e splendida A1!

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese 

     

Comments are closed.