Serie A1 femminile. Ultima gara del 2018 per la Treofan Givova Battipaglia. Allo Zauli arriva Ragusa.

Vigilia di campionato per la Treofan Givova Battipaglia. Domani sera, allo Zauli, in quello che sarà l’ultimo atto sia del 2018 che del girone d’andata del campionato di A1 in corso, arriverà la Virtus Eirene Ragusa. Palla a due alle ore 20:30.

Ecco le parole attraverso le quali il coach Alberto Matassini ci introduce nel match di domani:    

“Arriviamo all’ultima gara del 2018 in un momento di crescita. Al di là della vittoria ottenuta sul GEAS due settimane fa, anche a Lucca, nonostante la sconfitta, ci sono state diverse note positive.

Detto questo, dal punto di vista degli infortuni, invece, la situazione è di nuovo complicata: oltre a Mataloni (ferma da oramai un mese), negli ultimi giorni abbiamo dovuto constatare un problema muscolare per Cremona (risalente al match di Lucca) a causa del quale la ragazza è stata ferma in questa settimana: solo all’ultimo avremo un responso circa il suo possibile utilizzo (al momento, purtroppo, poco probabile). Inoltre, Scarpato ha rimediata la lussazione del mignolo della mano destra e non sarà della partita.

Dunque, partiamo decisamente rimaneggiati avendo poche alternative sulle esterne. Come se ciò non bastasse, avremo di fronte Ragusa che, insieme a Venezia, è probabilmente la squadra più attrezzata del campionato. Nonostante ciò, proveremo a metterle in difficoltà cercando di limitare i loro punti di forza e di minare le loro certezze, magari costringendole a giocare in situazioni meno congeniali per loro. Per riuscirci, però, dovremo mettere in campo un atteggiamento e una volontà importanti che possano compensare il divario tecnico, strutturale e fisico che esiste tra noi e loro.

Vogliamo assolutamente finire bene il 2018 … e finire bene non significa necessariamente ottenere una vittoria che sappiamo essere proibitiva, ma almeno offrire una prova di coraggio e di volontà nella consapevolezza che partiamo 0-0 e che giochiamo tra le mura amiche e che, pertanto, dobbiamo dare tutto e poi vedere alla fine quale sarà stato il risultato. Tutto questo perché, alla riapertura del campionato, dopo la pausa, ci aspettano due settimane di lavoro che ci introduranno in un ciclo di partite determinanti per il raggiungimento del nostro obiettivo, che è ottenere la salvezza senza passare per i play-out (con tanto, dunque, di qualificazione automatica ai play-off) cercando, inoltre, se possibile, di farlo con il maggior anticipo possibile disputando un grande girone di ritorno.

In questo risiede l’importanza della gara di domani: affrontarla con coraggio e volontà, offrendo una prova gagliarda, ci farà acquisire quella mentalità vincente e quel giusto atteggiamento che dovremo mettere in campo nelle partite che dovremo vincere per forza”.               

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

 

Foto: LBF/Castoria.

Comments are closed.