Serie B Femminile. Ecco le avversarie de “L’Ortopedia Medical Tech Battipaglia”

 

Martedì scorso, la FIP Campania ha diramato il comunicato contenente la formula, le date di svolgimento e la composizione del raggruppamento “regionale” del Campionato di Serie B Femminile 2019/2020.  

Saltano immediatamente all’occhio due novità rilevanti rispetto alla scorsa stagione:in primo luogo, il numero delle squadre partecipanti cresce di due unità passando dalle 8 della scorsa stagione alle 10 della stagione prossima (con conseguente aumento delle giornate di regular-season che diventano 18 a fronte delle 14 dello scorso campionato).

Ma la novità più significativa – quella che cambia la fisionomia del campionato di Serie B Femminile aumentandone qualità e fascino – è la presenza di 4 squadre non campane (per questo, sopra, abbiamo scritto regionale tra virgolette … ).  

Dunque, L’Ortopedia Medical Tech Battipaglia dovrà vedersela, nella prima fase, con 5 squadre campane (Salerno Basket ’92, ASD Olimpia Capri, ASD Basket Femminile Stabia, Free Basketball Givova Ladies Scafati e Pantere Juve Caserta Academy), 3 squadre pugliesi (Pink Bari Sport Time, Polisportiva Nuova Matteotti Corato e Ad Maiora Basket Taranto), ed 1 squadra lucana (BCC Basilia Basket Potenza).

Il campionato avrà inizio nel weekend del 12 e 13 ottobre. La regular season terminerà il 1° marzo del 2020. I Playoff regionali scatteranno tra il 7 e l’8 marzo del 2020 per concludersi tra il 18 e il 19 aprile del 2020. Successivamente, in date ancora da stabilirsi, avrà luogo la Fase Interregionale dei Playoff che culminerà nella Finale per la promozione al campionato di Serie A2 Femminile 2020/2021.

Insomma, sarà un campionato rinnovato e bellissimo che L’Ortopedia Medical Tech Battipaglia proverà a disputare da protagonista.   

 

Ecco, intanto, le dichiarazioni che il coach de L’Ortopedia Medical Tech Battipaglia, Federica Di Pace, ha rilasciate in merito alle summenzionate novità e su altri aspetti legati al prossimo campionato di Serie B Femminile …  

“L’aumento del numero delle squadre ed il conseguente cambio della formula renderanno il campionato più avvincente. Negli ultimi anni, a causa del risicato numero di squadre partecipanti, si doveva affrontare più volte la stessa squadra. Nella prossima stagione non sarà così: la fase regolare sarà più lunga e più interessante e poi ci saranno i playoff che, come sempre, rappresentano un campionato a sé. Tutti questi elementi renderanno il campionato molto più equilibrato oltre che più avvincente e daranno grande importanza ad ogni partita. Dovendo disputare tante gare sarà fondamentale la gestione delle ragazze: la nostra logica sarà come sempre quella di contemperare il desiderio di essere competitivi con la volontà di dare spazio alle ragazze più giovani per dar loro modo di crescere e di fare esperienza. In quest’ottica sarà, dunque, necessario gestire al meglio le forze di tutte le ragazze …        

Il fatto che già a partire dalla prima fase dovremo affrontare squadre di altre regioni sarà uno stimolo. Se è vero che, dal punto di vista logistico, questo comporterà trasferte un po’ più lunghe di quelle alle quali eravamo abituate (invece che viaggi di 1 ora, talvolta dovremo affrontare viaggi della durata anche di 3-4 ore) è altresì vero che la PB63 è una società ben strutturata e organizzata in maniera assai efficiente e darà a tutte noi la possibilità di farci affrontare tali trasferte nel modo più confortevole possibile, come ha sempre fatto, del resto. Detto questo, dal punto di vista tecnico questa novità, oltre ad innalzare il livello del campionato che andremo ad affrontare, rappresenterà un banco di prova ulteriore per un gruppo che sarà ancora più giovane rispetto a quello dello scorso anno. In ogni caso, è un bene che le nostre “under”, oltre ai campionati giovanili, abbiano l’opportunità di misurarsi con un campionato “senior”, esperienza che aiuterà loro a farsi le ossa …        

Per quanto riguarda le altre squadre inserite nel nostro girone, sicuramente Salerno si è rinforzata, anche grazie all’arrivo di giocatrici straniere. Poi c’è Scafati che ha confermato quasi totalmente il gruppo dello scorso anno integrandolo con giocatrici di esperienza. Inoltre, immagino che le squadre pugliesi saranno molto agguerrite. In ogni caso, voglio guardare poco alle altre squadre preferendo guardare in casa nostra concentrandomi su noi stesse. Dalle mie ragazze voglio un campionato disputato in crescendo, durante il quale riescano tutte a ritagliarsi uno spazio importante e a migliorare …    

Il nostro obbiettivo sarà il solito, ossia quello che rende Battipaglia unica non solo nel Sud Italia, ma nell’intero panorama cestistico nazionale: far crescere le giovani cestiste puntando su di loro e facendole giocare tanto e ad alti livelli. Per questo il patron Giancarlo Rossini, oltre, ovviamente, al campionato di A1, tiene tanto alla Serie B, perché permette alle più giovani di misurarsi in un campionato importante, di accumulare esperienza e di crescere … per poter, un giorno, essere pronte per giocare in A1. L’obbiettivo principale, dunque, sarà la crescita delle nostre ragazze, nella speranza, ovviamente, di poter abbinare ad esso anche il raggiungimento di buoni risultati che ripaghino i sacrifici che la società, le ragazze e tutti noi faremo nella prossima stagione”.     

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

Comments are closed.