Serie B femminile. Finale playoff. Una immensa O.ME.P.S. Givova Battipaglia fa suo il match di andata

Nell’incontro valevole come gara di andata della finale dei playoff del campionato di serie B femminile, una immensa O.ME.P.S. Givova Battipaglia, grazie ad una prestazione superlativa, supera la forte Virtus Basket Cagliari con uno scarto (15 punti) che porterà con sé in Sardegna e da difendere, nel return match, per conquistare la promozione in A2.  Allo Zauli, finisce 65-50

La cronaca del match.

Nel primo quarto, è ottima la partenza di Battipaglia che, nel giro di pochi minuti (e dopo una tripla di Sasso) vola già sul 6-0. Ma le padrone di casa non si fermano, anzi … continuano a spingere forte tanto da trovarsi sul +9 a metà prima frazione (11-2). Insomma, inizio migliore non poteva esserci. Tra le biancoarancio, oltre a quello di Sasso, è ottimo l’inizio dell’accoppiata Cremona-Patanè.  Nella seconda metà del periodo, però, la O.ME.P.S. Givova perde brillantezza in fase offensiva (appena 2 i punti segnati in 5 minuti) il che permette alle ospiti di farsi più vicine. Al 10’, Battipaglia è avanti di 3 (13-10).

L’inizio del secondo quarto somiglia molto da vicino alla parte iniziale del quarto precedente, con la O.ME.P.S. Givova più efficace delle ospiti. Una tripla di Scarpato esalta lo Zauli e fa volare Battipaglia che, a metà frazione, è sul +7 (22-15). Ma lo spettacolo è appena cominciato: le biancoarancio, infatti, disputano una seconda parte di periodo a dir poco esaltante … in attacco, canestri a ripetizione … in difesa attenzione e concentrazione … e grande intensità in ogni parte del campo. Lo Zauli è in visibilio. All’intervallo lungo, la O.ME.P.S. Givova è avanti di 17 (36-19).    

Ma Battipaglia non è ancora sazia. Le biancoarancio, infatti, disputano anche un terzo quarto di altissimo livello, mettendo ancora un po’ di spazio tra sé e le avversarie che si aggrappano alle giocate di Georgieva e Kotnik per rimanere il più possibile vicine a Battipaglia la quale, però, trova nella frazione una incontenibile Montiani che, con canestri pesanti (2 triple ravvicinate, tra l’altro) e giocate di qualità, trascina la O.ME.P.S. Givova. Al 30’, Battipaglia è avanti di 21 (53-32).

L’ultimo quarto è quello in cui Battipaglia, avendo speso tanto nei primi tre quarti (a livello fisico e mentale), è chiamata a stringere i denti. Le energie, fisiologicamente, cominciano a scarseggiare: le gambe non rispondono più come prima e la lucidità (sia in attacco che in difesa)  ne riserte. Cagliari ne approfitta prontamente e, a metà frazione, ha recuperati 5 dei 21 punti di scarto (60-44 al 35’). Battipaglia ha il primo momento di difficoltà nel match. Barcolla, ma regge … perché ha un cuore enorme e, aggrappandosi ad una splendida Sasso, MVP del match (eccellente la sua prestazione) riesce a contenere il ritorno delle ospiti e a conservare un vantaggio che, sebbene non possa e non debba far pensare di avere già la promozione in tasca, rappresenta una importante iniezione di fiducia in vista del match di ritorno in programma a Cagliari mercoledì 22 maggio. Allo Zauli, finisce 65-50.

 

TABELLINI DEL MATCH

 

O.ME.P.S. GIVOVA BATTIPAGLIA

Cremona 10, Scarpato 13, Sasso 16, Montiani 8, De Feo, Panniello, Opacic 2, Mazza 2, De Rosa 6, Bisogno N.E., Di Martino N.E., Patanè 8. Coach: Di Pace.

VIRTUS BASKET CAGLIARI      

Sanna, Pilleri, Loi 2, Georgieva 18, Laccorte 6, Kotnik 15, Melis, Maggi 10, Podda, Pellegrini, Conte, Cirronis. Coach: Ferazzoli.

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

Comments are closed.