Serie B femminile. La O.ME.P.S. Givova Battipaglia non sbaglia. Allo Zauli, battuta l’Olimpia Capri.

Nell’incontro valevole per la seconda giornata della fase ad orologio del campionato di serie B femminile, la O.ME.P.S. Givova Battipaglia si impone sull’Olimpia Capri ed ora è a soli due punti dall’aritmetica certezza di presentarsi agli spareggi per la promozione in A2 da testa di serie n. 1 del raggruppamento campano. Allo Zauli, finisce 63-44.

È una Battipaglia non bellissima, ma autorevole quella che supera Capri. Non bellissima perché, ad eccezione del primo quarto (giocato molto bene dalle ragazze di coach Di Pace) nei restanti 30 minuti le biancoarancio si limitano ad una tranquilla gestione del match. Autorevole perché, pur non spingendo forte sull’acceleratore, le padrone di casa controllano la gara per tutta la sua durata senza rischiare alcunché né dare l’impressione di soffrire particolarmente.

Nel primo quarto, come detto, Battipaglia dà il meglio di sé. Concentrata e compatta, attenta in difesa ed efficace in attacco. Ciò permette alle padrone di casa di allungare decisamente e di mettere da parte un vantaggio che, dopo 10 minuti, ha già una certa consistenza, grazie, in particolar modo, ai canestri pesanti del trio Mazza-Scarpato-Sasso. Alle ospiti non basta il buon inizio di Ermito e Carotenuto. Al 10’, Battipaglia è avanti di 13 (20-7). Come detto, di lì in poi le biancoarancio gestiscono, limitandosi a tenere lontane le ospiti senza accelerare più di tanto … anche se, nella seconda frazione, la O.ME.P.S. Givova ha il merito di incrementare di altre 3 lunghezze il già buon vantaggio messo da parte nei primi dieci minuti. Protagonista del quarto, tra le padrone di casa, è Cremona, che firma 5 punti nel periodo. Tra le ospiti, sono ancora Ermito e Carotenuto le migliori e le più strenue nella lotta. Ma, come detto, Battipaglia è in controllo del match e, all’intervallo lungo, è avanti di ben 16 lunghezze. Nel terzo quarto è Capri a fare meglio, ma la rimonta è troppo risicata per spaventare Battipaglia: il 12-15 di parziale, infatti, non mina le certezze di una O.ME.P.S.. Givova che, in questa fase, ha in Martina Scarpato la migliore. Tra le ospiti, molto bene Seskute, autrice di un notevole terzo quarto (9 punti per lei nel periodo). L’inerzia del match, però, non subisce particolari scossoni. Al 30’, Battipaglia è ancora avanti di 13 (46-33). Nell’ultimo quarto, le biancoarancio sono brave ad alzare il proprio ritmo quanto basta per spegnere le velleità di rimonta delle ospiti. Tra le padrone di casa, è splendida l’ultima frazione di Sasso: l’ala piemontese, con 7 punti nella frazione e 18 totali, merita il titolo di migliore in campo. Capri, già lontana, viene distanziata ulteriormente ed è costretta ad arrendersi. Battipaglia vince con merito e conquista due punti pesantissimi. La certezza di chiudere la seconda fase al primo posto ora dista soli due punti.  Il finale, allo Zauli, è di 63-44 per la O.ME.P.S. Givova Battipaglia.

 

TABELLINO DEL MATCH

 

O.ME.P.S. GIVOVA BATTIPAGLIA

Montiani 4, Cremona 9, Bisogno, Scarpato 14, Sasso 18, Mazza 10, Patanè 4, Germano 2, De Rosa 2, Di Martino. Coach: Di Pace.

  

OLIMPIA CAPRI          

Vuotto N.E., Ermito 11, Rizzati 2, Markovic N.E., Gallo 3, De Michele 2, Bellucci N.E., Carcaterra 5, Dentamaro 4, Carotenuto 8, Seskute 9. Coach: Falbo.

 

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

              

Comments are closed.