Umbertide sbanca lo Zauli. Riga “È il momento di stare uniti invece di criticare” (video)

Una domenica da dimenticare. Pochissime volte la Techmania Battipaglia ha dovuto alzare bandiera bianca con così largo anticipo come accaduto contro la corazzata Acqua&Sapone Umbertide.

Al Pala Zauli le umbre chiudono la pratica già ad inizio ripresa, alla sirena finale poi il tabellone luminoso dirà 57-79. E sono proprio le ospiti a piazzare il primo break dell’incontro, ma la Techmania prova a scuotersi riuscendo anche a mettere la testa avanti per qualche minuto. Ma in chiusura di primo quarto Umbertide, trascinata da Gemelos e Bona, inizia a scalare le marce, quelle che la portano al 23-37 al momento dell’intervallo lungo con Santucci costretta subito alla panchina causa infortunio al ginocchio sinistro. lady a1

Nella ripresa poi, come già raccontato, cala il sipario con largo anticipo. La Techmania ci prova ma di fatto non c’è nulla da fare. Arriva la quarta sconfitta di fila ma resta ancora tra le proprie mani l’ottavo posto, complice i passi falsi contemporanei delle inseguitrici Vigarano e Cagliari: “Più che un commento sulla partita, credo vada fatto un commento in generale. È troppo facile salire sul carro dei vincitorituona Massimo Riga -. Il pubblico, la società e tutte le persone che ci sono vicine non devono dimenticare i problemi con i quali stiamo convivendo in questo periodo. Così come non bisogna dimenticare che siamo una neopromossa è che siamo ancora in zona playoff a quattro gare dalla fine. Abbiamo una squadra giovanissima che va incitata e non criticata“.

TECHMANIA BATTIPAGLIA-ACQUA&SAPONE UMBERTIDE 57-79 (11-16, 23-37, 41-60)

Techmania: Orazzo 7, Russo A. ne, Marchetti ne, Tagliamento 14, Ngo Ndjock 4, Williams 22, Treffers 5, Ramò, Trimboli 3, Costa 2. Coach: Riga

Acqua&Sapone: Consolini 14, Cabrini ne, Pegoraro 2, Bona 10, Milazzo ne, Dotto 4, Moroni, Robbins 10, Villarini 2, Santucci, Gemelos 18, Swords 19. Coach: Serventi

Comments are closed.