Un’A2 incerottata di scena a Palermo

Non sarà affatto facile confermarsi anche in trasferta dopo le due vittorie consecutive. La Galletto Carpedil Salerno ha comunque l’obbligo di provare a dare un’accelerata ulteriore al campionato in chiave salvezza, sebbene sia notevolmente rimaneggiata.

Sara Braida

Sara Braida

Missione esterna domani – sabato 13 febbraio – per la compagine di Braida, che affronterà la Maddalena Vision Palermo al PalaMangano: palla a due alle 18 presso l’impianto siciliano, fischieranno gli arbitri Giuseppe Scarfò di Palmi (RC) e Sara Sciliberto di Messina. All’andata le siciliane espugnarono il PalaSilvestri col punteggio di 41-68. Mancano otto giornate al termine della regular season, le campane saranno di scena su un campo non facile contro le palermitane quarte in classifica a quota 22: le granatine sono terzultime con 8 punti e devono guardarsi innanzitutto le spalle, visto che in coda c’è lo scontro diretto tra Ancona e Brindisi, entrambe a quota 6. Per evitare l’aggancio di una delle due Salerno deve provare lo strappo, sognando l’avvicinamento alla quart’ultima posizione che per ora dista quattro punti ed è detenuta in condominio da Ariano Irpino e Viareggio, entrambe impegnate in trasferta rispettivamente contro Civitanova e La Spezia.

Braida e Gibboni fanno però la conta prima della partenza. Russo, Costa, Trimboli, Rauti e Diop non saranno della partita, in preallarme la giovanissima Magro. “Ci giochiamo la nostra partita. Dalla nostra abbiamo sicuramente un po’ più di tranquillità dopo aver battuto Empoli – dice Braida – Sappiamo che incontriamo una delle formazioni più attrezzate del campionato, hanno giocatrici di esperienza come Riccardi e Bungaitè ma anche giovani di valore come Verona. Sicuramente non siamo al completo ma il morale è decisamente più alto rispetto a un paio di settimane fa. Andiamo giù e vediamo cosa succede ma senza perdere fiducia in noi stesse, cercando di dare tutto sul parquet”.

Comments are closed.