Writer “dipingono” le scuole di Battipaglia

Alla base dei graffiti urbani c’è un’urgenza espressiva che tende alla comunità civile attraverso temi ispirati a libertà d’espressione e di coscienza: questo l’intento affidato ad Urban area open spaces Salerno, un progetto di arte pubblica e partecipata a cura dell’associazione A.Dna che ha scelto come “quartier generale” dell’iniziativa alcuni istituti scolastici della provincia. La scuola diventa dunque non solo il luogo in cui poter esporre ma anche gettare il seme per l’espansione di nuovi linguaggi, nel corso di laboratori rivolti ai ragazzi; al contempo, writer sia italiani che stranieri dipingono le pareti esterne delle scuole che hanno accolto l’idea.battipaglia

La manifestazione è iniziata lo scorso dicembre nelle aule della scuola primaria “Stella” dell’Istituto comprensivo “Gatto” di Battipaglia, con la realizzazione del murale a cura dell’artista andaluso Raùl Ruiz, in arte “El Niño De Las Pinturas”, ospite protagonista del primo intervento realizzato.

In questi giorni, ha preso il via al secondo laboratorio presso la scuola primaria “J.F. Kennedy” (Battipaglia) con il lavoro murale di “LuisPak”, writer e designer battipagliese, tra i più apprezzati della scena salernitana. Seguirà un happening-vernissage, in agenda il 7 febbraio, a Salerno, presso il Complesso Monumentale di Santa Sofia. Gli alunni della scuola Stella di Battipaglia – allievi delle tre classi all’ultimo anno – hanno dato colore alla struttura in cemento della rampa per disabili situata all’ingresso dell’Istituto. Le due classi al quinto anno del Kennedy, invece, sono a lavoro per creare un lavoro interamente “dipinto” con tappi di plastica usati che, in un’ottica di riciclo creativo, verranno utilizzati alla maniera di “pixel” che coloreranno la riproduzione del Castelluccio di Battipaglia

 

Comments are closed.